Corriere. Reina a cena con gli azzurri. Il Napoli prova a compattarsi. I dettagli

Reina Napoli

Pepe Reina a cena con gli ex compagni del Napoli. Il portiere spagnolo ritrova una squadra disunita e spaccata

Pepe Reina torna a Napoli  Il portiere spagnolo a cena a Posillipo con i suoi connazionali.  Il Napoli di Callejon, Mertens e Insigne. E poi Koulibaly e Allan, Fabián, Zielinski e così via dove è finito?

La squadra azzurra vive un momento di crisi senza precedenti, spaccata, in rotta con presidente e allenatore. Manca un leader vero, un “sindacalista” come Pepe Reina. Uno capace di compattare l’ambiente e di fare da tramite con la società e il tecnico.

Il Napoli è passato da essere un grande collettivo a tutti contro tutti, come spiega l’edizione odierna del Corriere dello Sport.

Brutto clima in questo momento, come mai nel Napoli di De Laurentiis: il famoso concetto di famiglia unita sbandierato con orgoglio fino a qualche tempo fa si è sgretolato.

L’ultimo esempio? La sfuriata di Insigne, il capitano, andata in scena domenica dopo la sconfitta con il Bologna nel mutismo totale di uno spogliatoio depresso ha lasciato strascichi notevoli.

Tante chiacchiere, troppe, e nessun confronto vero. E inevitabilmente nasce una valutazione: la mancanza di un leader con le spalle larghe e il piglio deciso sin dall’adios di Reina.

Il portiere del Milan ieri è comparso in città, tra le vie del centro, e in serata ha cenato a Posillipo con gli spagnoli e qualche altro vecchio compagno. Tra cui Maksimovic: oggi organizzatore di un’altra cena per il suo compleanno.
Ciò che oggi i senatori azzurri devono fare, necessariamente, è rimettere insieme i cocci, tracciare una strada nuova sulla scia della vecchia e salvare la stagione.