Editoriali calcio NapoliTutto Napoli

Diego Demme dovrà operarsi, si lavora ad una soluzione interna. ADL sta consapevolmente bloccando il mercato del Napoli. Tifosi furiosi sul web

Il Napoli non interverrà sul mercato per sostitutore Demme, sul web e sui social tifosi furiosi con De Laurentiis

L’infortunio di Demme costringerà il centrocampista ad operarsi. Il Napoli potrebbe cercare soluzioni interne spostando sulla mediana, Fabian Ruiz, Gaetano o Zielinski. sulla seguitissima pagina Facebook il Napulegno, un post di FraMa, ha acceso i commenti dei tifosi del Napoli.

Il pomo della discordia è sempre il mercato del Napoli, la società azzurra è completamente ferma, dei calciatori forti invocati da Spalletti non si vede nemmeno l’ombra. Sul capo del Napoli, a sentire De Laurentiis pende sempre la spada di Damocle del fallimento, come se gli azzurri fossero costantemente destinati a scomparire. Mentre il resto dei club ricapitalizzano ogni anno, attingono dalle banche, e pur sommersi dai debiti continuano ad operare sul mercato, il Napoli dai bilanci virtuosi, dei 120 milioni di liquidità non può fare operazioni, la mancata qualificazione Champions ha reso impossibile intervenire sul mercato. Gli azzurri non sono riusciti a sfruttare nemmeno il brand in modo appropriato, il merchandising non porta gli introiti sperati nonostante i milioni di tifosi sparsi per il mondo.

Il Napulegno scrive:

Purtroppo Diego Demme dovrà operarsi e, come era prevedibile, il Napoli lavorerà “ad una soluzione interna”.

“Tradotto, vuol dire quello che tutti già sapevamo, ovvero che senza cessioni non arriverà nessuno; e in ogni caso prima di un nuovo centrocampista la priorità sarebbe comunque quella di un terzino sinistro.

Il centrocampo della stagione 2021/2022 sarà dunque con molte probabilità composto da Ruiz (se rimane), Zielinski (che però gioca sotto punta), Lobotka e Folorunsho. Più Elmas, che secondo Spalletti può giocare ovunque, e Gaetano, che non è un centrocampista ma farebbe comunque arrivare il reparto numericamente a 6, il minimo per chi gioca 4231 o 433.

Ora, questo è un problema relativo, almeno per me. Io ho tifato sempre per il Napoli, anche quando giocavamo con Montenzine, Montervino e Montesanto, sperando nell’arrivo di Montevergine.

Continuerò a farlo ovviamente anche quest’anno, anche se Folorunsho non avrebbe giocato nemmeno nel Napoli di Naldi e Corbelli”.

DE LAURENTIIS E I GIORNALISTI INVOCANO SCUDETTO E CHAMPIONS

FraMa aggiunge: “Però non voglio essere preso in giro, da De Laurentiis e dal sottobosco di giornalisti ed esperti che continuano a fare propaganda nordcoreana, parlando di scudetto e Champions.

Con la mediana di quest’anno, ad essere difficile è la qualificazione in Europa League, non la Champions e ci vorranno miracoli, da parte di Spalletti e giocatori, per sovvertire i pronostici. Basta dirselo, con onestà.

De Laurentiis ci sta consapevolmente regalando il Napoli da 6/10 posto che i suoi ammiratori hanno sempre indicato come la vera dimensione della squadra. Immagino saranno felicissimi, anche se fatico a capire come possano definirsi tifosi del Napoli.

Capisco molto meglio De Laurentiis, a cui ho sempre riconosciuto la coerenza: per lui l’unica cosa che conta (come ha sempre dichiarato) è mantenere centinaia di milioni di utile a riserva, quel passaporto che Tullio Maddaloni profeticamente gli consigliava di tenere sempre in tasca. Speriamo decida di usarlo il prima possibile. Ha concluso FraMa sulla nota pagina Facebook.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.