Social

Scandalo alla Partita del Cuore, Aurora Leone denuncia tutto con un video

Aurora Leone dei The Jackal denuncia atti di maschilismo alla Partita del Cuore, denunciato tutto con un video postato sui social

Un video di Aurora Leone sta facendo scalpore perché denuncia meschini atti di maschilismo alla Partita del cuore, la prima organizzata da Mediaset che andrà in onda il 25 maggio tra Nazionale Cantanti e Campioni per la Ricerca. L’episodio denunciato dalla componente dei The Jackal è accaduto al J Hotel, nei pressi dell’Allianz Stadium. Aurora Leone era stata regolarmente convocato insieme con Ciro Priello per giocare la partita con tanto di richiesta di taglia del completino e convocazione. Ma il direttore generale della Nazionale Italiana Cantanti, Gianluca Pecchini, ha allontanato Leone dal tavolo mentre erano erano a cena dicendo: “Ti devi alzare perché le donne non possono stare al tavolo delle squadre”.

Il video di Aurora Leone indigna il web

Assurdo quanto denunciato da Aurora Leone che a Fanpage racconta l’episodio inerente alla Partita del Cuore: “Gli abbiamo fatto presente che non ero un’accompagnatrice, ma giocatrice. Lui mi ha risposto “non farmi spiegare perché non puoi stare seduta qui, tu non puoi e basta”. Inizialmente Leone e Priello pensavano di non poter stare al tavolo perché facevano parte della squadra avversaria (anche questa sarebbe stata un’assurdità ndr) ed invece è stato specificato che Aurora Leone non poteva stare a quel tavolo in quanto donna.

Aurora si deve alzare perché è donna e non può stare seduta qui secondo le nostre regole. E quando gli ho detto (al direttore gnerale) che avevo ricevuto la convocazione e avevo dato anche le misure del completino, lui ha risposto: “Ma tu il completino te le puoi mettere pure in tribuna, che c’entra. Le donne non giocano. Queste sono le nostre regole e se non le volete rispettare dovete uscire da qua”. E siamo stati cacciati dall’albergo per questo motivo”. Ecco il video apparso anche su twitter.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.