Calcio Napoli

Superlega, superflop: le 12 sorelle hanno già bucato il pallone

La Superlega è già bloccata a data da destinarsi, il ritiro delle sei inglesi è stato determinante per fermare tutto in breve tempo

Il superflop della Superlega è già terminato, anche se i club fondatori parlano di progetto congelato. Fondamentale il ritiro dei sei club inglesi che per primi hanno deciso di fare marcia indietro. Chelsea e Manchester City hanno aperto la pista, poi sono arrivate anche Tottenham, Arsenal, Manchester United e Liverpool, con i giocatori dei Reds che hanno addirittura preso posizione contro la Superlega. Insomma è tutto già finito. In meno di 48 ore il tentativo di golpe del calcio europeo è terminato.

Superlega non c’è più: il comunicato

La European Super League – si legge – è convinta che l’attuale status quo del calcio europeo necessita di un cambiamento. Proponiamo una nuova competizione europea perché il sistema esistente non funziona. L’obiettivo della nostra proposta è quello di permettere allo sport di evolvere e allo stesso tempo generare risorse e stabilità per l’intera piramide calcistica, compresi gli aiuti per superare le difficoltà finanziarie a cui è andata incontro l’intera comunità calcistica a causa della pandemia. Inoltre, la nostra proposta fornirebbe agli stakeholder del calcio contributi di solidarietà significativamente migliorati. Nonostante l’annunciata uscita dei club inglesi, costretti a prendere tali decisioni a causa delle pressioni esercitate su di loro, siamo convinti che la nostra proposta sia pienamente conforme alle leggi e ai regolamenti europei, come è stato dimostrato oggi da una decisione del tribunale che tutela la Super League dalle azioni di terzi. Alla luce delle circostanze attuali, valuteremo i passi più opportuni per rimodellare il progetto, avendo sempre in mente i nostri obiettivi di offrire ai tifosi la migliore esperienza possibile, migliorando i contributi di solidarietà“.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.