Napoli, Forgione lancia l’allarme: “Ecco la proiezione di fine campionato”

NAPOLI FORGIONE ALLARME

Angelo Forgione lancia l’allarme sul Napoli. I numeri non aiutano la squadra di Gattuso. La proiezione di  fine campionato è preoccupante

NAPOLI, L’ALLARME DI FORGIONE

Lo scrittore e giornalista Angelo Forgione, dalla propria pagina social lancia l’allarme sui numeri e fa una proiezione sul campionato degli azzurri:

Il Napoli, da due mesi e mezzo, è di fatto la squadra più vulnerabile della Serie A insieme alla Spal e al Brescia.

Rispetto alle altre due, che pure non fanno punti, è anche la più abulica. La situazione è sempre più preoccupante e nessuno, oggi, può dire cosa c’è all’orizzonte.

Realisticamente, da qui alla fine c’è da gestire un tesoretto di 10 punti sulla zona retrocessione. Sembrano tanti ma non lo sono per una squadra che non reagisce e che in 12 partite ha totalizzato soli 7 punti”.

Forgione continua la sua disamina lanciando la proiezione di fine campionato:

Con un simile passo, la proiezione dà 34 punti a fine corsa. L’Empoli, lo scorso anno, è retrocesso con 38. Occorre una seria sterzata – altro che le 4 sconfitte nelle ultime 5 giornate – per arrestare la discesa agli inferi.

Lo sport è educativo quando insegna ai bambini, e non solo a loro, a gestire il trauma di una sconfitta. Non è vincere la cosa che conta ma imparare a perdere“.

I NUMERI DEL NAPOLI

Il Napoli ha collezionato il quarto stop interno in cinque partite. Roba da retrocessione, altro che zona Champions. Della squadra di Sarri, e anche di quella dell’Ancelotti prima versione, neanche l’ombra.

Cosa sia potuto accadere in un lasso di tempo così breve a un orologio che aveva mostrato meccanismi perfetti, è quasi impossibile spiegarlo. O meglio, forse è fin troppo semplice, se solo vogliamo attenerci ai numeri e alle impressioni.

Secondo i dati Opta: Dopo 20 giornate di Serie A il club campano ha totalizzato solamente 24 punti, l’ultima volta che il tabellino era così basso nella classifica punti era la stagione 2007/08 ed il Napoli era appena tornato in Serie A dopo essere riemerso dall’inferno del fallimento finanziario del 2004. In Serie A, quindi, è stato eguagliato il peggior momento dell’era De Laurentiis.

Sempre secondo quanto rivelato dai dati ‘Opta’, il Napoli ha perso cinque delle prime dieci gare casalinghe giocate in questo campionato: le ultime due volte che è successo, nelle stagioni 1959/60 e 1997/98,  il club partenopeo è poi retrocesso. Quest’anno solamente il Brescia, con sette sconfitte interne, ha fatto peggio degli azzurri.

Archivi