Napoli, Careca: “Il mio cuore sarà sempre azzurro. Ho parlato con Koulibaly e gli ho detto che…”

CARERCA NAPOLI SAN PAOLO

Careca ex bomber del Napoli di Maradona è stato ospite a Castel Volturno. Careca ha incontrato gli azzurri e in particolare koulibaly.



Antonio Careca, ex calciatore del Napoli è intervenuto ai microfoni di Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live :

CARECA A CASTEL VOLTURNO

“Sono stato a Castelvolturno a giocare un po’ a golf, me la cavo abbastanza bene in questo sport. Ho incontrato Koulibaly per caso, stavo andando via quando lui mi ha visto e mi ha chiesto di fare una foto. Poi abbiamo chiacchierato un po’ ed è chiaro che non sta bene dopo quell’autogol alla Juventus. Resta comunque un grande campione nella sua semplicità, lo ammiro molto. Sento spesso Starace e gli chiedo sempre di dire a Koulibaly che è un grande.

CARECA E NAPOLI

“Ieri ho fatto una bella passeggiata a Napoli, sono passato dove abitavo quando giovano a Napoli ed ho provato grande nostalgia, ho rivisto la scuola in cui i miei figli hanno studiato e sono passato al San Paolo.

Ci sono giocatori nati leader ed è importante essere presente nello spogliatoio, instaurare un buon feeling col gruppo, ma poi fare le cose serie in campo”.

RETROSCENA  SUL NAPOLI DI MARADONA

“E’ vero che mia moglie ha avuto dei problemi dentali e abbiamo sempre fatto grande attenzione ai dentisti nelle città in cui andavo a giocare, ma non è vero che aveva dei dubbi nello scegliere Napoli perché non c’erano bravi dentisti! Avevo un sogno: giocare a Napoli al fianco di Diego ed è stata un’opportunità che non potevo perdere.

Il calcio è cambiato tantissimo e forse non ci sono più dei fuoriclasse. Nel calcio di oggi il mio costo sarebbe elevatissimo, costerei 300 milioni!“.

CARECA SU ICARDI E LLORENTE

Icardi ha fatto la sua scelta, ma a Napoli sarebbe stato più felice con i nostri tifosi che sono unici.

Lozano subito si è inserito. Ci ha messo personalità e ha giocato qualche minuto interessante. Mi auguro possa dare tanto al Napoli.

Llorente ha esperienza ed ha le caratteristiche che mancano al Napoli. La stagione è lunga, mi sarebbe piaciuto di avere una rosa più lunga e fatta di calciatori di maggiore qualità anche in panchina”.



COLLABORAZIONE CON IL NAPOLI

“Pedro è bravo, è tosto, alto, sa fare gol e di certo farà bene nella Fiorentina.

Il Napoli non mi ha mai chiesto suggerimenti su alcuni calciatori anche perché De Laurentiis ha persone di fiducia a Rio de Janeiro che fanno questo lavoro per lui. Purtroppo non sono riuscito a lavorare ancora col Napoli, ma non fa nulla, il mio cuore sarà sempre azzurro”.

Archivi