Pedullà: “Napoli, Ancelotti avrà Pèpè. De Laurentiis ha deciso”

Pedullà: "Napoli, Ancelotti avrà Pèpè. De Laurentiis ha deciso"

Ancelotti avrà Pèpè, Il Napoli ha l’accordo con il Lille e non teme l’inserimento dell’Arsenal. De Laurentiis lavora su ingaggio e commissioni.



Secondo alcune voci di mercato rilanciate dai media nazionali, L’arsenal sarebbe passata in pole su Pèpè. Alfredo Pedullà, giornalista ed esperto di calciomercato, ha rivelato gli ultimi dettagli sulla trattativa:

“Nicolas Pepé viaggia velocemente verso Napoli: lui ha scelto, le due società sono d’accordo, il problema commissioni risolvibile.

Le parole del presidente Lopez hanno ribadito un concetto, da noi espresso ieri: è vero che sull’attaccante c’è concorrenza (Arsenal), ma è anche vero che il Napoli ha l’intesa totale con il Lille.
De Laurentiis ha le carte in mano, difficile pensare che un’operazione così onerosa possa saltare per le commissioni. F
iducia. E aggiustarsi sui 4,5-5 milioni di ingaggio a stagione anche questo è un passaggio quasi automatico. E’ vero che in certe situazioni occorre prudenza, ma qui siamo entrati nella fase calda. I contatti proseguiranno nelle prossime ore, da lunedì si può davvero entrare nel vivo. Ancelotti freme per avere Pepé e De Laurentiis è sempre più deciso a regalarglielo“.

A supporto di questa tesi, ai microfoni di Arenapoli.it, ha parlato il giornalista Rosario Dello Iacovo, noto collega partenopeo che vive a Londra:

“Del presunto sorpasso in serata dell’Arsenal su Pepè non c’è traccia qui nella capitale inglese. Pepè viene accostato regolarmente da mesi a club della Premier e di sicuro il giocatore è sotto osservazione.




Alle 11:30 italiane di stamattina,  il free press Metro ha pubblicato sul suo portale che Liverpool e Arsenal avrebbero in linea di principio un accordo con Lille sulla base di 72 milioni di sterline, fermo restando il già annunciato interesse del Manchester United.

Ma la fondatezza della notizia lascia decisamente perplessi perché non solo nel novero dei pretendenti viene inserita addirittura l’Inter, ma anche perché le fonti citate qui in Gran Bretagna sono sempre francesi“.

Archivi