Fischi al San Paolo, la reazione di Davide Ancelotti

Fischi al San Paolo, dopo la sconfitta con il Bologna il pubblico azzurro ha reagito facendo sentire tutto il proprio malcontento. 

Una situazione delicatissima che pesa anche sul vice di Carlo Ancelotti, il figlio Davide sentendo i fischi ha alzato lo sguardo verso gli spalti scuotendo la testa.

Sconfitta Napoli

I fischi al San Palo segnano l’ennesima rottura tra squadra e calciatori. Una prima frattura si era consumata già dopo l’ammutinamento e durante l’allenamento a porte aperte, ma la sconfitta con il Bologna non fa altro che far accendere ulteriormente il malumore del pubblico. Anche Davide Ancelotti, vice di papà Carlo si è accorto di quanto stia soffrendo il popolo azzurro. A fine partite ha alzato lo sguardo verso gli spalti ed ha scosso la testa, facendo capire tutto il suo rammarico per il risultato negativo. Contro il Liverpool sembrava arrivata la svolta, come ha sottolineato Ancelotti in conferenza stampa, ma la sconfitta coi felsinei ha confermato tutte le incertezze di una squadra apparsa debole, soprattutto a livello mentale.

I fischi del San Palo fanno registrare comunque un periodo molto buio per la storia del Napoli. La squadra da tempo non era così in basso in classifica. La zona Champions League si allontana sempre di più ed a novembre il sogno scudetto è svanito oramai da un pezzo. Su twitter spopola l’hashtag Ancelottiout, segno che tanti tifosi imputano le colpe del tracollo azzurro al tecnico di Reggiolo. La squadra sembra non seguirlo totalmente, forse è anche per questo che l’allenatore ha detto che serve un chiarimento. I problemi del Napoli sono evidenti, soprattutto quando gioca con il 4-4-2 non riesce ad arginare le avanzate degli avversari. La soluzione va cercata entro breve, se non si vuole perdere definitivamente il treno che porta all’Europa che conta, un obiettivo che per la società di De Laurentiis è indispensabile per autofinanziarsi.