CorSport – La vendetta di De Laurentiis e la rivolta modesta della città

Alessandro Barbano vice direttore del Corriere dello Sport, scrive dell’allenamento al San Paolo come vendetta di De Laurentiis e di una rivolta modesta della città. 

Il commento del’ex direttore de Il Mattino pungola sia la reazione dei tifosi, sia la scelta di De Laurentiis di far disputare l’allenamento a porte aperte nonostante le contestazioni già in atto.

L’analisi di Barbano

“C’è la rivolta, la restaurazione e la gogna. Oggi il lavacro dell’allenamento aperto al pubblico, i fischi e le monetine quasi telefonate, evitabili con un rinvio ma non evitate, e quindi scientemente volute”. Così Alessandro Barbano de il Corriere dello Sport parla della contestazione avvenuta ieri al San Paolo e aggiunge: “Lo schiaffo di un ritiro disertato va lavato in piazza. C’è in questo eterno ritorno di Napoli una cifra di immaturità esistenziale che pervade i protagonisti, tutti. E’ una vendetta quella consumata dal presidente a danno dei ribelli di Castel Volturno. Quella di Napoli è stata appena una modesta rivolta. Il fatto che sia avvenuta a novembre mostra la debolezza strategica dei ribelli e dei restauratori. Rimettere le caselle a posto non sarà facile, nel passato di De Laurentiis tutti i conflitti finiscono con divorzi insanabili. Il Napoli rischia di riavvicinarsi alla dannata incompiutezza della sua metropoli”.

Gli striscioni

Intanto in mattinata la rivolta a Napoli è continuata. Questa volta porta la firma della Curva A, che ha esposto nei punti più importanti della città degli striscione con la scritta: “Avete scelto una brutta strada…Rispettate chi questa maglia la ama e vi paga“. Un messaggio chiaro ed evidente rivolto principalmente alla squadra. I giocatori sono i più contestati dai tifosi, anche quelli ‘intoccabili’ come Mertens, Koulibaly e Callejon sono nel mirino dei supporters partenopei. La situazione resta incandescente, eppure domani si gioca la sfida Napoli-Genoa, importantissima per non perdere il treno per la Champions League.

false
Leggi Anche
ancelotti
Il Mattino – Napoli brutto come nell’era Donadoni. Ancelotti sotto la pioggia, senza neanche una giacca per coprirsi