Corriere. Il Napoli ha speso 115 milioni e incassati 151. Inglese e Vinicius plusvalenze d’oro

de laurentiis_ancelotti

Il mercato del Napoli si chiude con sei acquisti e quattordici cessioni. Spesi 115 milioni e incassati 151. Plusvalenze d’oro con Inglese e Vinicius.


Il Napoli ha chiuso questo lungo calciomercato estivo con sei acquisti (con il last minute del giovanissimo Vianni dell’Entella) e quattordici cessioni (con Machach all’ultimo momento al Cosenza), un lavoro sottilissimo per rinnovarsi e per assecondare le esigenze del bilancio.

IL NAPOLI HA SPESO 115 MILIONI SUL MERCATO

115 milioni investiti (50 per Lozano, 36 per Manolas, 17 per Elmas, 10 per Di Lorenzo e le commissioni per arrivare a Llorente) e 151 incassati, con i 25 di Verdi, passato in extremis al Torino: 3 per il prestito con obbligo di riscatto fissato a 22).

Il Napoli, scrive il corriere dello sport, ora ha una struttura snellita da speranze che non sono esplose, Diawara e Rog. E cessioni divenute necessarie e irrinunciabili (Chiriches strappato dal Sassuolo per una cifra «rispettabilissima») e un organico «arricchito» dall’autorevolezza di totem difensivi e dalla esuberanza di un talento giovanissimo che più giovane non si può come Elmas.

PLUSVALENZE D'ORO

Il mercato del Napoli è cominciato, in realtà, a gennaio, nello stupore per l’addio imprevedibile di Hamsik, dodici anni di maglia azzurra, una fascia di capitano ormai al braccio da cinque stagioni e però le lusinghe della Cina per lui (27 milioni in tre anni) e per la società (20 milioni) e una scelta di vita divenuta a quel punto inevitabile ed anche improcrastinabile.

Quando sembrava che si stesse per entrare in una tranquillissima estate, s’è avvertito il senso d’un cambiamento netto in una frase buttata lì da De Laurentiis: «Sarà un agosto torrido».

E’ successo seriamente, con la colonnina del mercurio che ha avuto sbalzi sino all’ultimo secondo di questo mercato.



I novanta giorni di Cristiano Giuntoli sono stati «pieni» da giugno in poi, dall’affare Manolas-Diawara che ha aperto le danze, al congedo di Albiol, arrivato il 4 luglio e poi, uno dietro l'altro, la cessione di Rog al Cagliari, e Sepe con Grassi e Inglese al Parma, e il blitz per Elmas dalla Turchia. Le cessioni di Inglese e Vinicius hanno favorito plusvalenze autentiche. Come non farsi mancare nulla.

false
Leggi Anche
Berge al Napoli
Fosforo a centrocampo, il Napoli vuole Berge già a gennaio