napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

Playoff – Serie B: Il Cittadella rimonta il Benevento e sogna la Serie A

Playoff – Serie B: Il Cittadella rimonta il Benevento e sogna la Serie A. La squadra di Venturato elimina la squadra di Bucchi e ora vola in finale.

Playoff – Serie B: Il Cittadella rimonta il Benevento e sogna la Serie A. La squadra di Venturato rimonta al Vigorito la sconfitta per 2-1 dell’andata ed elimina la squadra di Bucchi. Il Cittadella passa 0-3 sul campo del Benevento, ribalta il risultato dell’andata e accede alla finale dei playoff dove attende la vincente della sfida tra Verona e Pescara.

Playoff – Serie B: l’impresa del Cittadella

La prima finalista dei playoff di Serie B è il Cittadella. La squadra di Venturato, dopo aver perso all’andata per 2-1, vince in casa del Benevento 3-0 e passa il turno. Decidono le reti di Diaw al 35’, Panico al 44’ e Moncini al 54’.

I veneti avevano bisogno di un’impresa sul campo dei sanniti per accedere all’ultimo atto degli spareggi promozione. E impresa è stata perché i veneti hanno interpretato al meglio la gara, rimanendo accorti in difesa e sfruttando al meglio le occasioni concesse dagli avversari.

Delusione per il Benevento, partito a inizio stagione per puntare al ritorno in Serie A un anno dopo la retrocessione. In finale, per giocarsi la promozione, il Cittadella attende Verona o Pescara.

Il Cittadella ora sogna la Serie A

La reazione delle streghe non si materializza, a provarci è il solo Insigne che però all’83′ viene disinnescato da un attento Paleari sul primo palo. Il Cittadella si difende con ordine e gioca col cronometro, conducendo in porto la qualificazione nonostante 7′ di recupero. Il Cittadella ora sogna la Serie A. Nel ritorno della semifinale dei play-off di Serie B, i veneti ribaltano l’1-2 interno con un incredibile 3-0 al ‘Ciro Vigorito’ ed eliminano il Benevento grazie alle reti di Diaw, Panico e Moncini. A separarlo dalla A resta solamente la vincente della sfida tra Pescara e Verona. Una sorpresa la qualificazione del Cittadella che era riuscito a qualificarsi ai playoff nelle ultime giornate strappando anche un pareggio contro il Palermo al Barbera nell’ultima giornata.

 Cittadella 3-0 al Benevento ed è finale

Rimonta memorabile per il Cittadella che rifila tre reti a domicilio al Benevento di Bucchi, passa la semifinale playoff e si andrà a giocare la promozione in Serie A contro una tra Pescara e Verona. La vittoria della squadra di Venturato assume contorni ancora più epici perché si partiva dal 2-1 del Tombolato in favore del Benevento. Dai primi minuti della partita, però, non sembrano essere i giallorossi la squadra chiamata a realizzare due gol per andare in finale playoff. La squadra di Bucchi inizia subito a fare la partita, con il Cittadella che cerca di replicare al palleggio del Benevento con la fisicità e l’intensità che hanno condotto la formazione di Venturato fino a questo punto della stagione. Nel Benevento il più ispirato sembra essere Insigne, cercato dai compagni per inventare qualcosa, o pericoloso in prima persona come quando colpisce di testa trovando attento sul primo palo Paleari. Anche Coda, sempre di testa, non va lontanissimo dal gol del vantaggio, poi all’improvviso il Cittadella passa.

Playoff, Serie B: la cronaca del match

Bucchi si affida in avvio alla coppia d’attacco Insigne-Coda con Ricci a supporto e Viola in regia e Improta inizialmente in panchina. Venturato lancia bomber Moncini e gli affianca Diaw. Il Benevento parte bene e dopo otto minuti va vicino al gol del vantaggio con Insigne che di testa chiama Paleari al grande intervento.

I sanniti spingono forte e al 19′ trovano anche la rete direttamente da calcio d’angolo con Viola ma l’arbitro annulla perché vede una spinta in area ai danni di Adorni.Il Benevento spinge e prima Coda sfiora sul cross di Letizia, poi è Ricci a chiamare Paleari a un intervento strepitoso.

A quel punto scatta il contropiede del Cittadella che viene coronato da Diaw che sfrutta l’errore di Montipò in uscita e deposita in rete. Il gol manda in tilt il Benevento che comincia a subire e prima Siega coglie il palo al 41′, poi al 44′ arriva lo 0-2 di Panico che calcia dalla distanza e beffa Montipò anche grazie a una deviazione di Viola. Il Benevento prova a reagire con Ricci, ma Paleari è sicuro.

Nei 7 minuti di recupero il Cittadella continua a difendersi con ordine e senza praticamente rischiare mai davvero di riaprire una partita vinta con merito e che regala un’occasione storica. Il Benevento è sommerso dai fischi del Vigorito, lo sguardo di Bucchi a fine partita è spento come la prestazione della sua squadra, partita a inizio campionato con tutte le intenzioni di tornare in Serie A un anno dopo la retrocessione e ora costretta a riprovarci nella prossima stagione.

Benevento ko contro i veneti

Grande delusione invece per il Benevento che dopo la retrocessione dell’anno scorso, era stato costruito per un’immediata risalita. Troppi, però, gli alti e bassi nel corso della stagione che hanno compromesso il cammino verso la promozione diretta in campionato. Ora il Cittadella aspetta la vincente di Pescara-Verona per continuare a sognare e chissà magari coronare quella che sarebbe una vera e propria impresa storica.

 

CONSIGLIATI PER TE

Napolipiu.com rispetta la tua privacy. Noi e i nostri partner utilizziamo, sul nostro sito, tecnologie come i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traffico. Facendo clic di seguito si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetto Leggi di più