TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Milik: “Sono stato il goleador del Napoli. Volevo andare via, vi dico tutto”

milik intervista SportoweFakty

Arek Milik, attaccante del Napoli, parla della mancata cessione e del suo futuro in una lunga intervista rilasciata a SportoweFakty.

E’ un fiume in piena Arek Milik che in una intervista racconta tutto quello che non ha potuto dire fino ad ora. Il giocatore è impegnato con la Nazionale polacca ed ha più di qualche cosa da chiarire. Così a SportoweFakty, Milik fa il punto della situazione:

“Fino ad ora non sempre è stata scritta la verità. E’ vero fino all’ultimo minuti di mercato avrei potuto cambiare squadra ma non è accaduto. Questo perché non c’è stato l’accordo tra le società, mentre io avevo dato il mio assenso. Il Napoli mi aveva offerto un prolungamento di contratto, ma non ci siamo accordati, così ho deciso di lasciare il club ed il mio manager si è messo a cercare qualche altra squadra.

La Roma? Si è vero con loro ho fatto le visite mediche, ma non voglio commentare a quale squadra ero più vicino. Posso dire che la questione coronavirus in questi ultimi mesi ha inciso molto sul mio trasferimento”.

Milik era stato vicino anche alla Juventus, che prima di puntare Morata e Suarez aveva provato ad acquistare il polacco. Proprio Milik ammette che voleva andare via e spiega le ragioni:

“La vita di un atleta è corta ed a 26 anni voglio provare a diventare un calciatore migliore, voglio una nuova sfida. Seguo molto il mio istinto e fare qualcosa contro se stessi non ha alcun senso. Purtroppo negli ultimi mesi molte cose dette e scritte non erano vere, sono state capite male. Si è pensato che io avessi un’ostilità contro i tifosi del Napoli ma non è vero, io li rispetto molto. Anche i giornalisti hanno esagerato, hanno scritto tante cose false. Ora spero con questa intervista di poter chiarire la mia posizione con i tifosi, a cui non ho mai voluto mancare di rispetto”.

Il centravanti polacco ora è fuori rosa, escluso sia dalla lista della Serie A che da quelle per l’Europa League una decisione che Milik contesta:

“Mi aspettavo di restare fuori, ma ho saputo di questa cosa dai mezzi di informazione, questo non è stata un buon modo di comunicare, anzi è stato poco professionale. Inoltre altri giocatori della rosa non hanno rinnovato il contratto, eppure non stanno vivendo la mia stessa situazione. In ogni caso io darò sempre il massimo per questo club e continuerò ad allenarmi con il massimo impegno fino a che sarò un tesserato della SSCN. Da questo punto di vista devo ringraziare il mister Gattuso ed il suo staff, mi sono allenato con un gruppetto di 5-6 calciatori e lui ci ha sempre fatto sentire come se non fossimo giocatori pronti a partire”.

NAPOLI SU GOOGLE NEWS

Su Google news tutte le notizie su Napoli, la squadra, la città e la sua storia. Segui ora

Archivi