L’ascesa di Di Lorenzo, ecco la distinta di quando giocava in Lega Pro

Di Lorenzo, un giocatore prezioso per la serie A. Lo chiamavano Batigoal

Attualmente è uno dei difensori esterni più forti del campionato, tanto che si è meritato la chiamata del ct della Nazionale Roberto Mancini. Ma l’ascesa di Giovanni Di Lorenzo è passata per un percorso lungo e tortuoso.

Non è un caso che solo quattro anni fa, proprio di Lorenzo militava addirittura in Lega Pro come mostrato nella distinta di Casertana-Matera, pubblicata da Domenico Vastante per Sportcasertano.it.

Giovanni di Lorenzo in Nazionale

E’ arrivato nel calcio che ‘conta’ forse un po’ tardi rispetto alle sue grandi potenzialità. L’esordio in Serie A nel 2018/19 con l’Empoli e l’esplosione definitiva a Napoli in questo campionato a 26 anni. Quando è arrivato in maglia azzurra in tanti non credevano nelle sue doti, molti avevano dubbi sul fatto che fino a quel momento Di Lorenzo non si era ancora mai cimentato a giocare con una squadra che ha ambizioni di vertice. Ed invece in pochi mesi l’ascesa di Di Lorenzo è stata evidente. Il difensore nato a Castel Nuovo di Garfagnana ha mostrato di avere grande carattere per giocare sia ad alti livelli in Serie A, ma anche in Champions League sfidando i giganti del Liverpool. Una crescita esponenziale che gli è valsa la chiamata della Nazionale di Mancini e forse anche l’esordio nella partita con la Grecia. Lo stesso ct Mancini ha detto in conferenza stampa che era impossibile “non notare Di Lorenzo”. Un ulteriore attestato di merito per chi ha dimostrato di avere anche grandi doti tecniche, oltre che mentali.

L’ascesa di Di Lorenzo

Eppure per il difensore del Napoli non è sempre stato tutto rose e fiori. Di strada ne ha dovuta fare per guadagnarsi il grande palcoscenico. Basti pensare che solo fino a quattro anni fa Di Lorenzo calcava i campi di Lega Pro. Come ha mostrato anche Domenico Vastante di Sportcasertano.it, che ha pubblicato la distinta di un match tra Casertana e Matera di sabato 26 settembre 2015. In quella squadra allenata da da Davide Dionigi, altro ex Napoli, Di Lorenzo era titolare e forse in quel momento non pensava assolutamente di poter esordire prima con il Napoli e poi di essere convocato in Nazionale. Lo scetticismo ha accompagnato l’operazione di Di Lorenzo fin dal suo annuncio, con il Napoli che lo ha prelevato dall’Empoli per circa 10 milioni di euro. Fino ad ora le prestazioni sul campo, condite da una rete ed un assist, hanno dimostrato che anche questa volta lo scouting azzurro ci aveva visto lungo.

Altre storie
Napoli, Lozano delude. Ancelotti alzi la voce. Tifosi furiosi sui social
Lozano da seconda punta o esterno: così ha sfidato i giganti del Liverpool