Calcio Napoli

Koulibaly, cuore d’oro spedisce in Senegal una nave piena di medicine

koulibaly ha fatto arrivare in Senegal, medicine, alimenti e perfino due ambulanze.

Kalidou koilibaly cuore d’oro. Il difensore del Napoli è lontano dal cliché del calciatore patinato. Aiuta sempre le persone in difficoltà e lo fa lontano dalle luci della ribalta.  Koulibaly, ha scelto di tornare in Senegal per le vacanze, niente yacht di lusso, isole tropicali e donnine allegre al seguito. Il difensore del Napoli, come sottolinea l’edizione odierna del quotidiano la Repubblica  sta trascorrendo le vacanze in Senegal, dopo una breve parentesi in Francia, ed è sensibile alle difficoltà che vive il suo paese. Quello che rappresenta con orgoglio, in campo con la nazionale, ma non solo.

Nei giorni scorsi ha visitato villaggi e associazioni che danno un sostegno concreto ai bambini in difficoltà. Poi ha agito evitando pubblicità. Ieri mattina è salpata dal porto di Napoli una nave in direzione Senegal. Al suo interno, in diversi container, materiale sanitario, medicine, alcune lettighe e addirittura due ambulanze. Tutte acquistate da Koulibaly. La distribuzione comincerà al termine della navigazione, tra otto giorni circa”.

KOULIBALY E LA BENEFICENZA SILENZIOSA

Kalidou Koulibaly è impegnato costantemente in opere di beneficenza.

“Ad aprile, ad esempio, aveva fatto arrivare, sempre in Senegal, diversi quintali di generi alimentari. L’attenzione è spasmodica pure a Napoli, la sua città d’adozione. Ha aiutato spesso la comunità senegalese soprattutto durante il periodo del lockdown. A gennaio fu riconosciuto da un tifoso ai semafori di Agnano mentre distribuiva giacche a vento ad alcuni immigrati. Altre volte ha portato anche la colazione. Sempre senza farsi riconoscere, un cappuccio in testa e tanta voglia di fare del bene”.

LOTTA AL RAZZISMO

Repubblica aggiunge un passaggio sul razzismo :

“Koulibaly ha trovato in Faouzi Ghoulam un partner affiatato. I due sono grandi amici e condividono questo nobile intento. Il tandem della solidarietà ha agito tanto nel corso di questi anni sempre in rigoroso silenzio. Prima della pandemia, l’appuntamento al Santobono dai bambini ricoverati è stata una tappa fissa: doni, magliette e sorrisi a chi è più sfortunato. E ancora: nel periodo natalizio Koulibaly e Ghoulam hanno acquistato regali da distribuire nelle case famiglia di Napoli e provincia. Koulibaly ha sempre lottato contro il razzismo, piaga di cui è stato vittima a San Siro con l’Inter e all’Olimpico contro la Lazio. L’Uefa non a caso lo ha scelto come testimonial e Koulibaly si è schierato anche contro la discriminazione territoriale nei confronti dei napoletani che lo apprezzano soprattutto come uomo”.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.