Koulibaly: “Amo Napoli. Gaffe con Benitez. Sarri è un pazzo…”

Napoli, Kalidou koulibaly, parla di Benitez e Sarri. Il difensore racconta la sua infanzia e l’incontro con Aurelio De Laurentiis.



Kalidou koulibaly, il difensore più forte del mondo, parla al The Players’ Tribune della sua infanzia in Francia fino all’arrivo a Napoli, città che ama alla follia. Koulibaly racconta la sua Napoli, la gaffe con Benitez, la pazzia di Sarri e l’incontro con De Laurentiis.

L’INFANZIA DI KOULIBALY

“Sono cresciuto in Francia in una città che si chiama Saint-Dié, dove c’erano tanti immigrati: senegalesi, marocchini, turchi. I miei genitori venivano dal Senegal. I

n realtà, il mio padre è arrivato per primo, faceva il taglialegna. Sì, un vero taglialegna francese. Esistono veramente. Prima di trovare quel lavoro era andato a Parigi senza documenti e aveva lavorato in una fabbrica tessile. Sette giorni su sette, anche il sabato e la domenica.

Lo ha fatto per cinque anni in modo da mettere da parte abbastanza soldi per portare mia madre in Francia. E poi il piccolo Kalidou è nato a Saint-Dié. (Hanno preso ispirazione per il mio nome dal Corano)”. (…) “Io non avevo la PlayStation a casa mia, quindi entravo, mi toglievo le scarpe e mi rilassavo come se fosse casa mia. Ero il benvenuto. Se la nostra vicina mi diceva: “Kalidou, vai al negozio a prendere del pane”, andavo al negozio come se me l’avesse chiesto mia madre. Quando cresci in un ambiente del genere sono tutti tuoi fratelli. 



Vai alla pagina successiva, segui la numerazione.

false
Leggi Anche
napoli tifosi contro giocatori
VIDEO -Napoli i tifosi contro i giocatori: “Mercenari senza palle”