TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Coronavirus, salgono a 460 i contagiati in Campania. 60 tamponi positivi. Tutti i dati

contagiati in Campania

460 contagiati dal Coronavirus in Campania. 60 i tamponi positivi al COVID-19. La regione dispone l’apertura di 120 posti letto al Loreto Mare.

Si allarga l’emergenza Coronavirus in Campania. L’unità di crisi della regione ha fornito gli ultimi dati sui contagiati dal COVID-19. Arrivano novità anche dall’assistenza ospedaliera.

Chiude il pronto soccorso del Loreto Mare, il nosocomio napoletano apre 120 posti letto destinati ai malati di Coronavirus.

CORONAVIRUS, 460 CONTAGIATI IN CAMPANIA

Ecco il bollettino dell’Unità di Crisi della Regione sui contagiati in campania :

Totali positivi di oggi: 60
Tamponi di oggi: 353
Totali positivi in Campania: 460

Ospedale Cotugno 213 tamponi, di cui 44 risultati positivi.

Presso l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona 29 tamponi di cui 5 positivi.

Ospedale Moscati di Avellino 34 tamponi di cui 7 positivi.

“Come per gli altri fino ad oggi esaminati, si attende la conferma ufficiale da parte dell’Istituto Superiore di Sanità anche per questi 60 tamponi risultati positivi“.

CORONAVIRUS-120 POSTI LETTO ALL’OSPEDALE LORETO MARE

Il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva annuncia la chiusura del pronto soccorso dell’Ospedale Loreto Mare e l’apertura di 120 posti letto per pazienti affetti da Coronavirus:

“Oggi chiudiamo il pronto soccorso dell’Ospedale Loreto Mare che da domani accoglierà il primo paziente in terapia intensiva per il covid19. Al Loreto Mare avremo un’area ampia con 120 posti letto per i pazienti del coronavirus.
Abbiamo subito 10 posti in più in terapia intensiva e la prossima settimana ne avremo altri venti per la terapia sub intensiva ma già attrezzato con i macchinari per la terapia intensiva, garantendo quindi la pressione negativa.
Fa parte della nostra preparazione a un eventuale scenario peggiore per il coronavirus. In due settimane avremo anche ulteriori 40 posti di degenza ad alta intensità di cura per il covid19”.

Archivi