TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

l’ad del Sassuolo rivela: “Il Napoli aveva priorità per Boga”

napoli boga

Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo ha parlato di Boga e del Napoli ai microfoni di Radio Marte.

Il Napoli poteva prendere Boga, lo ammette Giovanni Carnevali ad del Sassuolo che a Radio Marte rivela: Trattenerlo non è stato facile, oltre al Napoli c’erano altre società. Noi volevamo trattenere anche altri giocatori come Locatelli. Il Napoli ha fatto per prima la richiesta. Con De Laurentiis abbiamo un ottimo rapporto, gli è stato detto con grande trasparenza che il ragazzo non era in vendita ma anche che il Napoli sarebbe stato avvisato per prima qualora la volontà fosse emersa. Però non è stato così“.

Insomma gli azzurri avevano fatto sul serio per prendere l’ivoriano, ma l’affare è saltato per la volontà dei neroverdi di tenerlo in rosa. Domenica Boga potrebbe giocare proprio contro il Napoli, nonostante non si in perfette condizioni fisiche: “Boga lo stiamo recuperando, ha giocato domenica per una piccola parte di gara ma ha saltato un po’ tutta la preparazione a causa del COVID-19. Anche a noi il virus dà limitazioni, gli allenamenti non sono stati completi. Questo è un limite, non ti permette mai di giocare una partita con le tue armi migliori. Oggi non è importante solo il risultato sportivo ma esprimere un gioco divertente, far divertire gli appassionati. Le prospettive per far bene ci sono“.

Proprio a causa del Covid si pensa ad una possibilità che in Italia si giochino i playoff: “Non so se accadrà, anche se una tale soluzione dovrebbe essere decisa in tempi veloci, dovrebbe esserci chiarezza. Oggi la preoccupazione è quella di non terminare il campionato. La cosa più importante è portare a termine la stagione, la vedo complicata”.

NAPOLI SU GOOGLE NEWS

Su Google news tutte le notizie su Napoli, la squadra, la città e la sua storia. Segui ora

Archivi

Bernvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.