Zeman sul Napoli: “Lo scudetto? Chiedete a un mago. Insigne e Sarri meno passaggi. Ecco chi mi ha deluso”.

Il boemo parla degli azzurri

Zdenek Zeman sul Napoli e la serie A. L’allenatore Boemo ha parlato degli azzurri e della lotta scudetto con la Juventus: “Il Napoli è tra le poche cose belle della serie A. Lo scudetto? Chiedete a un mago. Insigne e Sarri meno passaggi. Ecco chi mi ha deluso.

ZEMAN SUL NAPOLI

Zdenek Zeman ha parlato del Napoli e della sfida scudetto al quotidiano il Mattino

“Vedere il Napoli è tra le cose più divertenti adesso in Italia. Ma è un gioco troppo complicato per uno come me che amale cose più semplici. È un gioco fatto di troppo possesso, di tanti passaggi. Io ne farei sempre qualcuno in meno ma è colpa mia che non capisco… E poi vorrei vedere puntare più spesso la porta, con passaggi in verticale. Ma in ogni caso il Napoli è una delle poche cose per cui vale la pena accendere la tv per vedere la serie A”

LA VOLATA JUVE-NAPOLI, DOVE, COME E QUANDO SI DECIDE?

“La Juventus non ha un calendario molto buono, ma ha tanti giocatori. E tra tanti giocatori ha anche campioni che possono vincere da soli una partita.  Che poi è la cosa che sanno fare meglio.  Però c’è la Champions, che non è un impegno di poco conto”.

NAPOLI FAVORITO, ALLORA?

“Lo scontro diretto sarà importante, ma è importante anche che quelli del Napoli arrivino in buone condizioni alla partita di Torino. Il gioco di Sarri è molto faticoso e non è facile mantenere il ritmo fino alla fine. Poi non mi sembra che siano tantissimi”.

SI DECIDE TUTTO ALL’ ALLIANZ STADIUM?

“Gli impegni della squadra di Allegri contro il Real Madrid possono togliere forza, anche nella mente. Che è quello che conta più di tutto. Non credo che in campionato ci saranno altri passi falsi…Ma neanche il Napoli li farà perché c’è un abisso tra loro e le altre. Quindi si decide tutto in quei novanta minuti“.

IL PUBBLICO NAPOLETANO PUÒ ESSERE L’ARMA IN PIÙ?

“Lo è sempre stato e lo è ancora adesso. Anche se vedo sempre meno gente che va allo stadio. Non vorrei che la colpa sia di questo ruolo di inseguitore in cui bisogna calarsi. Non è questione di poco, perché tenere il passo o fare persino meglio mette una certa ansia. Poi la rosa di Sarri è meno numerosa di quella di Allegri”.

COME VEDE INSIGNE?

“Vedo lo stesso impegno che aveva con me, ma mi piacerebbe vederlo fare più l’attaccante che il centrocampista”.

FORSE PER QUESTO NON SEGNA TANTISSIMO?

“il gioco del Napoli è fatto di possesso, tante palle corte, e questo spinge Insigne a tornare indietro, ad accorciare, a fare il centrocampista. E magari questa cosa non lo aiuta. Se fa più l’attaccante, tirerà più in porta e alla fine farà anche più gol”.

CHI VINCERA’ LO SCUDETTO?

“Lo scudetto? Chiedete a un mago”

DELUSO DA QUALCUNO?

“Dalla Lazio. Mi aspettavo di più da Inzaghi, ho l’impressione che in certi momenti non avessero benzina e questa cosa non deve mai succedere”.

Paolo Cannavaro: ” lo scudetto al Napoli e quell’incidente al San Paolo”

CONSIGLIATI PER TE