ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

GAZZETTA. Napoli, Ancelotti spinge per James e Lozano. Uno fra Insigne e Mertens è di troppo

Ancelotti spinge per James e Lozano. Via uno fra Insigne e Mertens

James e Lozano, Ancelotti spinge per i due nuovi acquisti, ma uno fra Insigne e Mertens è di troppo. Ecco chi potrebbe lasciare il Napoli.



Commentare le voci relative ai possibili acquisti del Napoli è come commentare gli exit poll. Richiede la premessa che ogni ragionamento è fondato sulla sabbia. Per esempio, James Rodriguez e Lozano arriveranno davvero? In tal caso apparirebbero chiari due fatti.

Il presidente valuta giunto il momento di osare. Lanciando un guanto di sfida alla Juve. Forse a ciò indotto anche dalle insistenze di Ancelotti. Il quale pensa ad una squadra con un attacco di grande qualità.

ANCELOTTI VUOLE JAMES E LOZANO

Secondo quanto scrive la Gazzetta dello Sport, Ancelotti spinge per James e Lozano. Il tecnico ha chiesto una punta più forte nell’attaccare la profondità (Lozano) altrimenti anche la fantasia di James rischierebbe di non trovare tanti sbocchi. Se la coppia di attaccanti latinoamericani arriverà (più il difensore greco Manolas) bisognerà fare qualche sacrificio.

INSIGNE  E MERTENS

Se Ancelotti avrà James e Lozano, uno tra Insigne e Mertens sarebbe destinato a lasciare Napoli.

Sul belga, continua la Gazzetta,  si è informata la Roma, ma con un contratto in scadenza nel 2020 e 32 anni compiuti.

Mertens potrebbe essere ceduto a cifre non elevate e comunque non funzionali a un attaccante che anche nell’ultima stagione, pur non giocando sempre, ha garantito 19 gol e 9 assist.

Lorenzo Insigne, è un nome ambito sul mercato, nonostante la smentita del Napoli, non sono arrivate offerte che soddisfano De Laurentiis ma se dovessero arrivare il presidente le valuterebbe.


COMPRIMARI

C’è un’altra domanda: Mertens e Insigne accetterebbero un ruolo da comprimari nel caso ci fossero Milik, Lozano e James? Ecco perché se si delineasse il doppio colpo, Ancelotti, che ha sempre condiviso la politica di De Laurentiis, asseconderebbe il sacrificio di un big.

Archivi