Gerry Scotti: “Tifo Milan, i rossoneri devono vincere contro il Napoli”

Gerry Scotti si confessa tifoso del Milan. Il popolare presentatore ha parlato del derby cinese e della sfida tra i rossoneri e il Napoli: “Tifo Milan,Senza Moratti e Berlusconi il derby è Cinese. Dopo l’Inter i rossoneri devono vincere contro il Napoli

GERRY SCOTTI A RMC

Ospite della trasmissione ‘Maracanà’, in onda su RMC Sport, il conduttore televisivo Gerry Scotti, tifoso del Milan, ha parlato del derby contro l’Inter e del Napoli:

DERBY CINESE

“Senza Moratti e Berlusconi? Dobbiamo abituarci al derby cinese. Noi apparteniamo a una generazione diversa, ogni tifoseria ha nei suoi ricordi la storia dei propri grandi presidenti. Ora non si capisce, come fai a dire che il tuo presidente è uno ricercato, che non si conosce. L’avere un presidente simbolo, italiano, ti dava una carica in più durante un derby, che oggi manca in questo mondo pieno di business”.</p

GATTUSO

Tutta la vita. Me lo terrei sotto varie forme e funzioni, gli farei fare tutto”.

PRONOSTICO PER IL DERBY

Quindici giorni fa vedevo il Milan favorito, ora è il contrario: l’Inter è più in forma, anche se i rossoneri contro la Juventus hanno giocato la miglior partita della stagione. Non serve il pareggio a noi, da milanista devo sperare nella vittoria per raggiungere il traguardo Champions. Bisognerà prendere i 3 punti anche contro il Napoli”.

BUFFON HA PARAGONATO RONALDO A MARADONA…

Non poteva dire altro, era anche il modo più signorile di prendere la batosta. Abbiamo imparato alcune cose. Mai fischiare un mostro sacro quando entra in uno stadio: Ronaldo si è caricato a molla ed è scattato per fare la rovesciata. L’ho visto emozionato dopo l’applauso dei tifosi della Juventus”.

CHI NON FISCHIERESTI DELL’INTER QUINDI?

“Icardi! Guai a fischiarlo, è un killer, fa gol in qualsiasi modo. Si era spento per due-tre settimane, poi si è rimesso a sparare i gol e la solfa è cambiata. Per vincere nel calcio serve un attaccante che segni tanto”.

Il derby di Milano è dei cinesi. Bandiere nella Chinatown milanese. A San Siro piu’ stranieri che italiani…

CONSIGLIATI PER TE