Calcio Napoli e cultura Napoletana

Grazie ragazzi.. Grande Napoli..

Grazie ragazzi. Grande Napoli. Uno primo tempo stellare, il Napoli  è stato Real, così come i tifosi azzurri che hanno mostrato all’Europa cos’è il vero tifo.

Di: Giuseppe Libertino

Grande Napoli

Un grande Napoli, un primo tempo che resterà nella storia.

Il Napoli ha fatto sognare tutti per 45 minuti. Una prova maestosa degli uomini di Sarri che hanno messo sotto torchio i campioni di Zidane.
Al Napoli il primo tempo, al Real Madrid i quarti di finale di champions.
È terminata un’altra avventura europea per i partenopei tra gli applausi.
Un clima meraviglioso si è respirato in città dall’arrivo dei galattici fino alla partenza.
Caro Napoli e cara Napoli: è mai possibile che bisogna attendere una partita di pallone per tirarti a lucido? Sei la capitale del Sud Italia, cresci e non fermarti più.
Napoli- Real Madrid: doppio 1-3.
Nulla da imputare agli azzurri, hanno provato con orgoglio e qualità a ribaltare il passivo del Santiago Bernabeu di Madrid.
Poi è venuto alla ribalta una ‘bestia’ del calcio mondiale: si chiama Sergio Ramos. Due capocciate e due reti. Il Napoli va ko e il Real Madrid passa il turno. Eccessiva forse l’idea di marcatura a zona del maestro Sarri sugli angoli contro questi campioni, poteva gestirla differentemente ma con quel capoccione gelatinato, Sergio lo spagnolo, magari avrebbe fatto gol comunque.
Troppa la differenza sul piano dell’esperienza, ma il Napoli va solo applaudito. Hamsik, Insigne e Mertens sono stati eccezionali. 

Intanto sugli spalti i tifosi azzurri insegnano l’amore per la propria squadra all’Europa intera.
I blancos hanno fatto il minimo indispensabile, quel che bastava per passare il turno.
Passeggiata nel primo tempo, chiusura dell’incontro ad inizio ripresa. Anche Morata lo juventino, nel tabellino. Lo avevo promesso.
Questo è il copione delle grandissime squadre. Ti illude e ti castiga.
Maluccio l’arbitro turco Cakir.
Il ‘day-after’ non regala scenari particolarmente emozionanti: fuori dall’Europa, quasi fuori dalla coppa Italia, ed ancora in ritardo di due punti dalla Roma.
La qualità del gioco e dell’organico autorizzano a vedere il bicchiere mezzo pieno: la Roma si puo’ superare ed il livello raggiunto (best 16 in Europa) si può mantenere ed eventualmente ritoccare.
Non sono però consentiti cali di tensione, e con un certo realismo occorrerà guardarsi anche dietro per non farsi sfuggire quanto meno l’illusione estiva di un preliminare.
Infine, clamorosamente, la curva si è schierata: riverrebbe l’ingegnere Corrado Ferlaino.

Una bella festa di sport, un gran bel Napoli. Peccato per l’anti sportività dell’ex Juve Morata, unico neo, che ha tentato di rovinare la serata.

ps Il Bayern Monaco ne ha rifilati 10 all’Arsenal, a/r.

 

 

CONSIGLIATI PER TE