Napoli, da Cagliari brutti segnali: hanno già dimenticato cosa ha fatto la Juve

La Juventus passò a Cagliari tra le polemiche, ma i Sardi giocheranno per favorire i bianconeri

Napoli, da Cagliari brutti segnali, i sardi giocheranno per favorire la Juventus. Dalla Sardegna arrivano dichiarazioni assurde, mentre a Bergamo tutto tace. Cari Sardi ricordate quando la Juventus passò a Cagliari tra le polemiche? L’odio sportivo verso i Napoletani è solo una banale scusa da Torino è solo livore a gogo!.

La Juventus passò a Cagliari tra le polemiche

Come si può dimenticare di essere stati “gabbati” in casa? come si può dichiarare apertamente di voler fermare il Napoli per favorire la Juventus?. In teoria non si dovrebbe, ma nei fatti si fa e si farà. Per quanto inutile dal punto di vista del fine principale, i messaggi che arrivano da Cagliari sono la emblematica di questo campionato. La juventus ha defraudato il Cagliari in casa, gli orgogliosi tifosi sardi hanno perdonato il fallo di mano di Bernardeschi e lo scontro aereo Benatia-Pavoletti. Tutta la furia di Giullini è svanita, anzi, ora si punta a favorire i bianconeri come ha dichiarato il portiere Cragno alla gazzetta dello sport.

Napoli, da Cagliari brutti segnali: hanno già dimenticato cosa ha fatto la Juve

Da Cagliari brutti segnali, i sardi giocheranno per favorire la Juventus

Siamo già focalizzati su questa partita, per noi molto importante. Non sarà facile, ma avremo i tifosi dalla nostra parte che ci daranno la spinta necessaria. Sono sicuro che in campo daremo tutto per riuscire nell’impresa di fermare la capolista”. ha detto ieri Artur Ionita. Una dichiarazione che fa eco a quella di Lopez che nel dopo partita con il Chievo anziché commentare la sconfitta lanciava il guanto di sfida al Napoli. Poi è toccato a Pavoletti e Cippitelli caricare l’ambiente e infine anche il portiere Cragno ha dato il suo contribuito. Per i sardi è una questione di vita o di morte, fermare il Napoli è la priorità. Alla vigilia della partita è tutto giustificato – contrariamente alla “scandalosi” collettiva e alla retorica di circostanza.

Da Bergamo tutto tace

La juventus è attesa dalla doppia sfida contro l’Atalanta, ricordate Gasperini e company alla vigilia della gara contro il Napoli? sembrava il Generale Patton quando alla vigilia della campagna di Sicilia disse: “Fai sempre più di quello che ti viene richiesto.” Oggi invece tutto tace, anzi si parla già di Atalanta in crisi dopo l’esclusione dalla Europa League.

La Juve deve vincere il settimo

Ditelo chiaramente che la Juventus deve vincere il settimo, sarebbe un fatto normale in un paese coerentemente immobile, un paese che ha paura di cambiare. Lo scudetto del Napoli rappresenta molto di più che un distintivo tricolore, significherebbe che chi vuole fare impresa al Sud può riuscirci, che  le strategie valgono più dei grandi investimenti e degli appoggi mediatici-politici. E’ utopia, questo è un paese che pur di non cambiare accetta politici con precedenti penali, tanto chi se ne fotte. La juventus deve vincere il settimo per volere divino e così sarà, materialmente faranno di tutto per ottenerlo, ma moralmente hanno già perso, cosi’ come hanno perso i sardi, i bergamaschi, i media e tutti quelli che accentano il potere in maniera incondizionata!

Livore a gogo

Dopo la conferenza di oggi di Allegri e l’intervista di Pjanic, penso che gli ossessionati siano in casa Juve. Forse pensavano di vincerlo facile, a gennaio, il settimo. Come i precedenti. Mai un messaggio distensivo a casa Juve, sempre sul piede di guerra. Livore a gogo, poi lo vogliamo dai tifosi.

CONSIGLIATI PER TE