Rassegna Stampa

IL TITOLO del Corriere di Bologna: “Verdi Napoli e poi muori”.

Brutto titolo del corriere di Bologna: “Verdi Napoli e poi muori”. Il quotidiano ha voluto parafrasare la celebre frase di Johann Volfang von Goethe, ‘ Vedi Napoli e poi muori! nella lettera del 2 marzo 1787, nella sua opera ‘Viaggio in Italia’. Il corriere ha poi pubblicato un grafico nel quale si evince tutta l’importanza di simone verdi nell’economia del gioco del Bologna.

BOLOGNA. C’è amarezza nelle fila dei tifosi del Bologna e non solo. Anche alcune redazioni locali lasciano trasparire una certa tristezza per la trattativa che coinvolge Simone Verdi e gli azzurri.  Il corriere di Bologna per spiegare l’importanza di Verdi, non esita a lanciare un titolo dal dubbio gusto.

PESSIMO TITOLO DEL CORRIERE DI BOLOGNA: “VERDI NAPOLI E POI MUORI”

“Verdi Napoli e poi muori. C’è un leader tecnico assoluto nelle prime venti partite di campionato del Bologna: il suo nome è Simone Verdi, proprio il giocatore che in queste ore il club sta cedendo senza troppe resistenze al Napoli.

L’IMPORTANZA DI VERDI PER IL BOLOGNA

Il numero 9 rossoblù — anche se le tinte ormai virano all’azzurro — è primo in quasi tutte le statistiche offensive della formazione di Roberto Donadoni:

è il capocannoniere con 6 gol, senza rigori, e comanda la graduatoria degli assist con 5 passaggi vincenti (2 contro il Verona, uno contro Torino, Sampdoria e Chievo).

Se a questi numeri sommiamo l’autogol di Danilo causato da un suo tiro contro l’Udinese, il conto diventa molto semplice: Verdi ha partecipato attivamente a 12 gol sui 23 segnati dal Bologna e cedendolo i rossoblù saluteranno un giocatore che fin qui ha inciso sul 52% delle reti realizzate.

LE STATISTICHE DI VERDI

Inoltre, le giocate decisive di Verdi nel corso delle varie partite hanno portato 11 punti (i pareggi contro Torino e Inter e le vittorie contro Verona, Sampdoria e Chievo) sui 23 ottenuti in classifica da Bologna: Verdi ha firmato in calce il 48% dei punti ottenuti fin qui.

SECONDO DIETRO A PALACIO

Inoltre è primo  come i tiri verso la porta (60, oltre un terzo del totale di squadra e tra i top ten del campionato), i tiri arrivati nello specchio della porta avversaria (18), gli assist per tiro (32) e i cross a palla in gioco (65). L’unico macro-dato offensivo in cui Verdi non è il primo rossoblù in classifica sono i falli subiti: con 30 interventi fallosi ai suoi danni è 2° (e 22° in serie A) dietro a Palacio, che ne ha subiti 32″.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.