Calcio Napoli e cultura Napoletana

CdM: Altro che educatore ecco cosa ha fatto Sarri

Sarri non solo educatore e maestro di calcio ma anche un allenatore capace di triplicare il valore della rosa.

Di Donato Martucci cdm

Screzi, parole a distanza ma anche stima reciproca: «Maurizio Sarri è un grande educatore e sa esaltare i giocatori.
Lo ha dimostrato nelle categorie inferiori e in società con meno disponibilità economiche del Napoli».
Queste parole venivano pronunciate
esattamente un anno fa, alla fine dello scorso campionato.
In questa stagione l’ottimizzatore Sarri, però, è riuscito a incrementare il valore
della rosa, in particolare di sei calciatori che hanno beneficiato dei suoi insegnamenti tattici. Il capolavoro è riuscito con Dries Mertens (30). Il belga
acquistato per poco meno di 10 milioni ore ne vale almeno quattro volte tanto (se come pare è pronto a firmare il
rinnovo fino al 2021).

Insigne, fresco di rinnovo fino al 2022. La sua fase difensiva è da applausi, la sua classe indiscutibile.

Il valore è più che raddoppiato (almeno
50 milioni). Un capitale che la società non intende mettere sul mercato, ma tenerlo
stretto.

A completare il tridente più prolifico della storia del Napoli c’è Josè Maria Callejon (30). L’andaluso è su trend altissimi sin dal suo arrivo, risalente a quattro stagioni
fa. E’ l’equilibratore tattico di Sarri che non rinuncia mai a lui. Vale almeno 25 milioni esoprattutto un esterno d’attacco
tra i più forti d’Europa.

Kalidou Koulibaly, 26 anni, è considerato
uno dei centrali più affidabili nel panorama europeo e ha anche una plusvalenza incredibile per De Laurentiis.
Comprato dal Napoli per 6,5 milioni dal Genk è stato valorizzato prima da Benitez e poi da Sarri che lo ritiene indispensabile
nel reparto arretrato e ne ha corretto gli errori di concentrazione. Ora con meno
di 45 milioni non si muove da Napoli.

Jorginho leader indiscusso nel 4-3-3. Ora è inamovibile e centra primati su primati in ogni partita.
Il suo valore si è triplicato: 30 milioni. Un trend in crescita grazie all’operato di Sarri, su questo De Laurentiis non potrà
che essere d’accordo.

 

 

 

CONSIGLIATI PER TE