Sarri: “Soddisfatto della prestazione, ma non del risultato. Europa League?Proveremo a fare una buona prestazione, ma la squadra pensa al campionato!”

Maurizio Sarri, ha commentato ai microfoni di Sky Sport la vittoria contro la SPAL:

“Della prestazione sono molto soddisfatto, dal punto di vista tattico abbiamo fatto una buona partita concedendo zero e difendendo in zone altissime di campo, dal punto di vista tecnico abbiamo fatto bene, sono meno contento del fato che il risultato non  rispecchia la partita, ci è mancata un pizzico di cattiveria. Noi dobbiamo concentrarci solo sulle partite che dobbiamo fare noi, soprattutto sulla prossima, inutile andare troppo avanti con le valutazioni o su quello che fanno gli avversari. La partita l’abbiamo presa talmente in mano che ci siamo dimenticati di chiuderla, non c’è mai stata la sensazione che la partita potesse riservare delle sorpresa, questo ci ha fatto perdere cattiveria ed è un errore, tenere in vita un avversario poi basta un minimo.

Vero che questa squadra dà più in campionato che nelle coppe? Io penso sia un discorso di motivazione ed applicazione, in campionato la squadra sembra avere più concentrazione, motivazione ed applicazione, ed ecco che riesce a fare meglio. Per il campionato è un bene, per la crescita del collettivo è chiaro che bisogna cambiare registro”

Su Allan

“Lui ha fatto dei passi in avanti costantemente in questi tre anni, ha chiuso il primo anno in crescendo, quest’anno sta  facendo benissimo fin dall’inizio, sta entrando nel pieno della sua maturità, potrebbe avere ancora qualche margine”

Ad Insigne manca il goal

“E’ casuale, nelle ultime due partite Lorenzo è andato spesso alla conclusione ed ha sfiorato il gol più volte, credo sia abbastanza casuale, se continua cosi il gol arriverà di conseguenza”

Sul ritorno col Lipsia

“Bisogna pensare a riscattare una brutta prestazione facendo una partita di buon livello. Per me è molto difficile, in questo momento, motivare i giocatori per manifestazioni che non sia il campionato, sto trovando questa difficoltà”

A cosa è dovuto questo atteggiamento?

“Penso sia dovuto a quello che respiriamo in città, questa è molto più concentrata sul campionato che su altro, questo avverte anche dagli spettatori allo stadio, o quando la gente ti ferma per strada, questo può influire. Poi abbiamo sbagliato tutti noi, io, il direttore, il presidente, forse abbiamo lasciato passare qualche messaggio sbagliato”

Sulle parole di Allegri sullo scudetto all’ultima giornata?

“Speriamo che all’ultima giornata la classifica sia questa”.

CONSIGLIATI PER TE