Calcio Napoli e cultura Napoletana

Sarri: “Domani bisogna andare in campo con la stessa determinazione con la quale abbiamo affrontato il Real Madrid”

Maurizio Sarri è intervenuto nel corso della conferenza stampa per la partita contro il Crotone, ecco quanto dichiarato: 

Domani bisogna andare in campo con la stessa determinazione con la quale abbiamo affrontato il Real Madrid“. Per Maurizio Sarri l’equazione Crotone-Real è la risultanza mentale con la quale il suo Napoli dovrà approcciare il match contro i calabresi al San Paolo.

Che cosa vi ha lasciato da punto di vista emotivo la sfida contro le merengues?

E’ stata una esperienza forte ed importante per la crescita. Una sfida che ci ha dato responsi soprattutto positivi. Spero che ci abbi lasciato anche un po’ di arrabbiatura perché una squadra forte deve essere arrabbiata se viene eliminata. Mi auguro che i ragazzi reagiscano con energia perché affronteremo una partita non semplice in un momento in cui bisogna rimanere attaccati alla alta classifica”.

Adesso la concentrazione è tutta su campionato e Coppa Italia:

Io dico che la concentrazione mia è tutta per domani. Noi dobbiamo pensare una partita alla volta, anche perché la gare dopo la Champions sono insidiose, non è facile ritrovare subito concentrazione e forze nervose, quindi io penso solo al match col Crotone che al momento è quello più importante”.

Il Napoli quest’anno ha perso qualche punto con le piccole, è un suo rimpianto?

Credo che sia abbastanza normale perdere qualche punti con le cosidette piccole, lo hanno fatto tutti, forse fatta eccezione per la Juventus. Il divario tra le squadre del campionato è minimo anche perché sono tutte bene organizzate al di là del piazzamento in classifica. E’ capitato anche alla Roma, la Lazio, l’Inter, insomma c’è un certo equilibrio, non posso essere rammaricato di questo”.

Pensa che lo stop di Milik abbia penalizzato in qualche modo la stagione sinora?

L’infortunio di Milik ci ha privato di un’arma importante, questo è vero, ma nel calcio sono cose che possono accadere e che bisogna affrontare. Adesso il ragazzo sta rientrando gradualmente ma non ha ancora la massima condizione che aveva prima dell’infortunio”.

“Però sotto il profilo del gioco e della crescita io penso che stiamo facendo meglio quest’anno rispetto alla scorsa stagione. Probabilmente siamo stati sfortunati su certi episodi che hanno determinato l’esito di singole partite, ma anche questo fa parte delle eventualità possibili”.

E’ più contento per le due belle prove con Roma e Real, o più infastidito dai gol subìti nelle due gare?

Quando si prende gol c’è sempre fastidio. Abbiamo subìto reti sull’inserimento di Strootman a Roma e di Sergio Ramos contro il Real. Bisogna dire che sono due specialisti degli inserimenti ma noi certamente dobbiamo migliorare in aggressività difensiva. Purtroppo su certi frangenti e situazioni di gioco siamo ancora troppo fragili e su questo dovremo assolutamente migliorare”.

Domani c’è il rischio di vedere una squadra un po’ stanca mentalmente?

“La mentalità dovrà sopperire ad ogni eventuale stanchezza. Una squadra che ha carattere va in campo ad affrontare il Crotone come il Real Madrid. E domani voglio questa grande determinazione da parte dei ragazzi”
 

CONSIGLIATI PER TE