Calcio Napoli e cultura Napoletana

Il Salvator Mundi di Leonardo da Vinci a Napoli.

Il Salvator Mundi di Leonardo da Vinci a Napoli. Sarà possibile ammirare il capolavoro del genio fiorentino da giovedì 12 gennaio al Museo diocesano di Napoli.

Di Elena Scarici Cdm

Il Salvator Mundi di Leonardo da Vinci a Napoli.

NAPOLI. Visto da vicino il Salvator Mundi (ex collezione del Marchese De Ganay) capolavoro di Leonardo da Vinci, che sarà possibile ammirare da giovedì 12 gennaio al Museo diocesano di Napoli, è splendido.

Un bel colpo messo a segno dalla diocesi partenopea che propone una mostra dedicata a Leonardo da Vinci al Museo diocesano, nell’ambito di una più ampia esposizione dedicata al genio del Rinascimento italiano.

Pezzo forte dell’esposizione, come detto, la famosissima tavola del Salvator Mundi, il Cristo benedicente, un olio su tavola di noce (dimensioni 68,6 per 48,9 cm) realizzato dal maestro da Vinci tra il 1452 e il 1519.

Il Salvator Mundi di Leonardo da Vinci a Napoli.

Il Salvator Mundi rimarrà in città fino al 31 marzo per poi volare al Louvre di Parigi.

«Il dipinto è rimasto sconosciuto alla maggior parte degli studiosi fino ai primi anni settanta del Novecento — si legge nelle note dei curatori della mostra — è certo che il Leonardo De Ganay ben rappresenta i caratteri ieratici, simbolici, dogmatici, di Leonardo stesso» (Marani, 1999).  In mostra ci saranno altri dipinti dell’affascinate atelier leonardesco.

In esposizione anche tre preziosi fondi grafici: il Codice Corazza (1640 circa), proveniente dalla biblioteca nazionale di Napoli, il Codice Fridericiano, custodito presso la biblioteca di area umanistica dell’università Federico II, e il testo Napoli antica e moderna, datato 1815, redatto dall’abate Domenico Romanelli.

La mostra vede l’ideazione del maggiore esperto vivente del’artista di Vinci, Carlo Pedretti, direttore dell’Armand Hammer Center for Leonardo Studies presso l’università della California e la cura scientifica di Nicola Barbatelli.

Il Salvator Mundi di Leonardo da Vinci a Napoli.

L’esposizione napoletana servirà ad aggiornare il processo di studi attorno a quest’opera che rimane una delle più discusse ed importanti di Leonardo da Vinci, anche alla luce dei temi di maggiore attualità che la dottrina cattolica intende richiamare nel solco dell’anno giubilare appena concluso.

La mostra sarà inaugurata in anteprima domani pomeriggio e sarà visitabile dal lunedì al sabato (escluso il martedì ) dalle 9.30 alle 16.30 e la domenica dalle 9.30 alle 14

CONSIGLIATI PER TE