Pepe Reina saluta Napoli durante la festa della figlia: “Nel calcio funziona così, oggi sei qui e domani sei lì”…

«Il calcio mi porterà altrove». Agli amici conferma: ci salutiamo, è l’ultima stagione qui

Pepe Reina saluta Napoli. E lo fa in occasione della festa di compleanno della figlia Grecia. Reina travestito da sultano ammette: «Oggi   festeggiamo e ci salutiamo, il prossimo anno non saremo più qui. Nel calcio funziona così, oggi sei qui e domani sei lì». A tutti quelli che chiedevano, Reina ha candidamente risposto che questi saranno gli ultimi mesi di permanenza a Napoli. Scrive il Mattino:

L’addio a Napoli durante la festa di compleanno della figlia 

Una festa in maschera per dire addio ai napoletani. Pepe Reina vuol separarsi in allegria dalla città e dagli amici, ci avviciniamo ormai ai titoli di coda. L’occasione, per niente fortuita, è stata creata venerdì sera. Pretesto semplice e scontato: da festeggiare i dieci anni di Grecia, una dei cinque figli del portiere del Napoli. Le famiglie della quinta classe elementare dell’istituto “Sacro Cuore” mischiate alle frequentazioni di tutti i giorni, oltre a buona parte dei compagni di squadra, quelli che hanno famiglia naturalmente, tra i quali Hamsik, Callejon, Maggio e Albiol.

Nel calcio funziona così

Reina travestito da sultano, la moglie Yolanda da principessa: naturalmente sono stati loro a compattare i convenuti e a fare gli onori di casa.  Appuntamento alle 18, la festa è andata avanti fino a tarda sera, da una parte giochi, intrattenimenti e menù per bambini, dall’altra la cena tradizionale e l’immancabile torta finale a più piani che la piccola Grecia ha tagliato con mamma e papà. «Oggi festeggiamo e ci salutiamo, il prossimo anno non saremo più qui»: tra i tavoli l’ammissione fatta da Pepe ai presenti, smorzata dal sorriso e dalla solita frase: «Nel calcio funziona così, oggi sei qui e domani sei lì». A tutti quelli che chiedevano, Reina ha candidamente risposto che questi saranno gli ultimi mesi di permanenza a Napoli e nel Napoli.

Pepe Reina saluta Napoli

Reina saluta Napoli, ormai il futuro del portiere è deciso.  Nessuna confidenza particolare e nessuna anticipazione: sulla destinazione futura è calato il silenzio, dagli ammiccamenti e da qualche occhiolino è emersa la sensazione chela scelta sia caduta su qualche campionato estero (le offerte migliori sono arrivate dall’Inghilterra) anziché su quello italiano. Il Milan è comunque l’ultimo club, in ordine di tempo, che si è interessato a lui: cederà quasi certamente Donnarumma per riequilibrare le disastrate casse sociali e ha fatto un pensierino allo spagnolo, assistito dall’avvocato Quilon, agente anche di Rafa Benitez.

Gli ultimi mesi di permanenza a Napoli

Se a giugno sarà divorzio come appare ormai scontato (il contratto scade tra quattro mesi ed è tarato su un ingaggio pari a circa 2,5 milioni annui), si consumerà il suo secondo addio da Napoli.  Reina ad  agosto  compirà 36 anni, è alla sua quarta stagione in maglia  azzurra, dove ha messo  insieme tra campionato e  Coppe europee 169 presenze. È terzo tra i giocatori in attività ad aver collezionato più gare nelle varie coppe europee, alle spalle di Casillas e Xavi. Quest’anno ha giocato 24su 25 gare di campionato e fa parte tuttora del giro della nazionale spagnola, con la quale ha conquistato una Coppa del mondo e due campionati europei. È uno dei senatori delle “Furie rosse”, oltre ad essere un fedelissimo del ct Lopetegui: insomma, un leader anche nel club Espana.

 

CONSIGLIATI PER TE