Calcio Napoli e cultura Napoletana

Napoli-Real Madrid. Niente maxischermo, la prefettura dice no

Napoli-Real Madrid. Niente maxischermo, la prefettura dice no Non ci sono motivi di ordine pubblico. La prossima settimana firma della convenzione per lo stadio.

scrive il mattino

Niente maxischermo, la prefettura dice no

Niente maxischermo per Napoli-Real Madrid. La fumata nera è arrivata ieri pomeriggio dalla Prefettura, a seguito del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, al quale era presente anche il sindaco Luigi de Magistris. «Non sussistono motivi di ordine pubblico – questa la motivazione-data la possibilità di larga diffusione dell’evento».

Il prefetto sentito le forze dell’ordine non ha ravvisato tali presupposti». De Magistris non nasconde la delusione: «Ci siamo fatti portavoce di tanti tifosi nei giorni scorsi,ma questa è la decisione ufficiale, ad ogni modo Forza Napoli».

I tifosi azzurri che già sognavano di poter assistere martedì sera al match dei match alla Rotonda Diaz rimarranno dunque a bocca asciutta. Sempre in vista dell’attesissima gara contro i «blancos», nuovo vertice operativo tra Comune e Ssc Napoli.

Per il San Paolo terminata la tribuna stampa ci sono interventi più strutturali da portare a termine: bagni e sediolini in tutto l’impianto. Per quanto riguarda i primi andranno completati entro la fine della stagione, o comunque per l’inizio della prossima. Mentre sui sediolini potrebbe esserci un’accelerata. Il Comune vorrebbe regalare ai tifosi un impianto più comodo e più sicuro già dalla prossima stagione.

Durante il vertice tra Borriello e Formisano si è discusso anche di due partite fuori calendario da giocare al San Paolo a giugno, tra cui quella di Diego Armando Maradona. Il Comune ha sottoposto al Napoli questa doppia idea (il secondo match riguarda un’amichevole a sfondo benefico), che sarà valutata dal club soltanto dopo il rientro dagli Stati Uniti del patron Aurelio De Laurentiis. Anche l’argomento legato alla convenzione rimarrà congelato fino a quando il presidente della Società non metterà nuovamente piede in Italia e sentirà direttamente il sindaco de Magistris.

Lo stato attuale sull’affaire convenzione al momento è il seguente: il Comune spinge per firmare a stretto giro quella vecchia (pronta da due anni ma mai sottoscritta),mentre pare che dal Calcio Napoli tutta questa fretta non ci sia. Si potrebbe arrivare anche a fine stagione agonistica. Contestualmente dovrà partire la trattativa per la nuova convenzione, che il Comune vorrebbe fosse pluriennale.

CONSIGLIATI PER TE