napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

Il Napoli contro Salvini. Ancelotti fermerà la squadra. De Laurentiis duro…

Il Napoli contro Salvini sui cori razzisti. Ancelotti fermerà la squadra se non lo farà l’arbitro. De Laurentiis duro: ” questo è razzismo, pronti a perdere punti”.

IL NAPOLI CONTRO SALVINI

Il Napoli conferma la linea della fermezza e l’intenzione di prendere iniziative anche clamorose in campo se si ripetessero cori razzisti durante le partite. Lo si apprende da fonti del club dopo le dichiarazioni del ministro  Salvini sull’intenzione di non fermare le partite in caso di cori razzisti.

Le parole del ministro dell’Interno hanno suscitato grande perplessità tra i vertici della società sportiva, che conferma la linea illustrata dal tecnico Ancelotti, per uno stop da parte dei giocatori.

ANCELOTTI FERMERÀ LA SQUADRA

Se non ci penserà il Mazzoleni di giornata, rigorosamente ossequioso delle volontà di Matteo Salvini, se quelle voci dovessero ancora alzarsi in uno stadio, trasformandolo in pattumiera, il Napoli non lascerà che la spazzatura venga lasciata scivolare sotto a un tappeto, perché c’è un limite all’impudicizia: non si procederà, perché in campo, a quel punto, una squadra correrà e l’altra sarà inchiodata nel terreno, chiederà all’arbitro d’intervenire, ed eventualmente ciò non accadesse, farà da sé, senza infrangere le norme e né il regolamento, ma starà lì ad attendere che qualcuno intervenga per ristabilire principi morali dai quali non si può sfuggire.

DE LAURENTIIS E IL NAPOLI CONTRO IL RAZZISMO

«La prossima volta che si ripeteranno cori razzisti, ci fermeremo». Tutti giù per terra, a gambe incrociate, o semplicemente immobili, come statue di sale impietrite dinnanzi a uno scempio che è stato già vissuto e del quale il Napoli, De Laurentiis, Ancelotti e anche i giocatori sono disgustati come chiunque abbia buon senso e avverta dentro di sé sentimenti rispettosi.

Il Napoli contro Salvini sui cori razzisti. Ancelotti fermerà la squadra se non lo farà l'arbitro. De Laurentiis duro: " questo è razzismo, pronti a perdere punti".

IL MONDO DEL CALCIO SCETTICO

Anche nel mondo del calcio crescono alcuni dubbi sulle conclusioni del supervertice di lunedì. L’assenza di Gabriele Gravina e degli altri dirigenti federali alla conferenza rivela una divergenza.

«un po’ più di incisività su determinate scelte, afferma Damiano Tommasicioè su chi vogliamo allo stadio, quali cori vogliamo vivere e in quale clima».

Quanto alle parole di Salvini, quelle sul no alla sospensione per cori razzisti, hanno prodotto molto scetticismo. Soprattutto a Napoli e nel Napoli, dove pur senza prese di posizioni ufficiali, si resta fedeli alla linea Ancelotti, «alle prossime urla razziste ce ne andiamo noi».

SALVINI NON VUOLE CHIUDERE LE CURVE

Il ministro dell’Interno è tornato a difendere la sua linea: «Sono convinto che chiudere le curve e sospendere le partite per colpa di pochi delinquenti sia la sconfitta del calcio». Ma diciamoci la verità: non c’è un rischio che questa considerazione diventi alibi per gli ululati razzisti e un condizionamento di scelte che fino a prova contraria spettano alla giustizia sportiva?

CONSIGLIATI PER TE

Napolipiu.com rispetta la tua privacy. Noi e i nostri partner utilizziamo, sul nostro sito, tecnologie come i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traffico. Facendo clic di seguito si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetto Leggi di più