Napoli-Arsenal. Ancelotti: “Coraggio, intelligenza e cuore per la qualificazione”

Napoli-Arsenal. Ancelotti: "Coraggio, intelligenza e cuore per la qualificazione"

Carlo Ancelotti presenta Napoli-Arsenal in conferenza stampa. Il tecnico accompagnato da Callejon apre alla qualificazione.

 

Coraggio, intelligenza e cuore ecco la ricetta di Carlo Ancelotti per la qualificazione alla semifinale di Europa League. Il tecnico azzurro, accompagnato da Callejon,  ha parlato in conferenza stampa, alla vigilia di Napoli-Arsenal:

ANCELOTTI SU NAPOLI-ARSENAL

Coraggio, intelligenza e cuore, sono queste le tre parole per qualificarsi. Nella prima partita ho visto poco coraggio, l’intelligenza c’è stata nella seconda parte della prima partita, il cuore ce lo metteremo domani oltre ad una alta dose d’intensità. E’ una grandissima opportunità che dobbiamo cogliere attraverso un atteggiamento mentale positivo. Domani saremo aiutati da un atmosfera che sarà fantastica“.

MODULO DI GIOCO

Giocare con tre attaccanti è una possibilità. Sarà una partita di grande intensità fatta con il maggiore equilibrio possibile, l’Arsenal è molto pericoloso in contropiede“.

Napoli-Arsenal. Ancelotti: "Coraggio, intelligenza e cuore per la qualificazione"

PERSONALITÀ

La personalità avviene attraverso il gioco, il fattore ambientale sarà diverso e sicuramente mostreremo più coraggio”. Non faremo calcoli, vogliamo che la gara duri 90 minuti e preferibilmente anche oltre, vogliamo tenere la partita aperta fino alla fine“.

GARA PERFIDA

Ancelotti su Napoli-Arsenal aggiunge: ” Non è una gara perfida, questo è un brutto aggettivo. Siamo l’unica squadra italiana in Europa al momento e speriamo di esserlo anche venerdì. Il Napoli domani farà una grandissima prestazione e credo che ce la possiamo fare. A Londra ci hanno messo pressione, domani invece troveremo un ambiente totalmente opposto ed avremo un appoggio dei tifosi che sarà molto importante“.

JUVE-AJAX

“L‘Ajax ha eliminato la Juventus? La Champions insegna che le partite sono imprevedibili, la Juventus nel contesto generale delle due partite non si è fatta trovare pronta, specialmente nel secondo tempo di ieri”.