Calcio Napoli e cultura Napoletana

Libertino: scherzetto di carnevale. A Palermo si ferma la marcia del Napoli con quattro vittorie consecutive.

Scherzetto di carnevale.

A Palermo si ferma la marcia del Napoli con quattro vittorie consecutive.

La quinta avrebbe cancellato quel problema di discontinuità che attanaglia la squadra da sempre. Rafael apre le porte alla vittoria del Palermo. Il resto della squadra combina davvero poco nell’arco dei novanta minuti. Il portiere brasiliano sarà un fervido credente, ma le sue preghiere si fermano giù e non arrivano lassù tra infortuni gravi ed errori grossolani negli ultimi due anni.

A Doha fu un miracolo. Higuain e compagni (troppo distratti da feste ed abiti carnevaleschi?) hanno ‘regalato’ ai tifosi azzurri una delle peggiori prestazioni dell’era Benitez. Colpevole anche lui per alcune scelte di formazione. E la posizione in campo di Strinic alimenta perplessità. Jorginho non può giocare in quella posizione.

C’è la coppa e torna la rotazione ma resta il solito problema. Il Napoli ha undici giocatori, se non qualcuno in meno, che possono far benissimo nel campionato italiano; appena ritocchi qualcosina con i cambi, salta il banco. Le discrete prove di Albiol non devono illudere. L’ex madrileno è un giocatore a fine carriera, non ci si può affidare a lui. Con Britos di fianco, si va in crisi. Urge un gran centrale al fianco di Koulibaly. Ringraziano Dybala e Vazquez: talenti della massima serie italiana. Due spine velenose nei fianchi partenopei.

Unica nota positiva della notte balorda in Sicilia, il terzo gol di tacco del Gabbia. E’ in condizioni di giocarle tutte. E’ l’uomo più ispirato. Il Napoli si ferma a 42 punti dopo 23 giornate con 30 goals subiti. Troppi, un’enormità. Passivo altissimo per arrivare secondi in campionato. Gode la Roma stasera che domani probabilmente tornerà a +7 contro il derelitto Parma.

Una boccata d’ossigeno per i giallorossi che sentivano il fiato sul collo degli azzurri. Mancheranno anche 15 gare alla fine del campionato e, dovessero essere sette, i punti di distanza tra Roma e Napoli domani pomeriggio, il secondo posto è impresa fin troppo ardua.

®Giuseppe Libertino

Potrebbe piacerti anche