Calcio Napoli e cultura Napoletana

Lo sai perché la torre del Beverello viene chiamata «dellu Maluguadagno».

La torre del Beverello viene chiamata  «dellu Maluguadagno». Una vicenda che parte nel 1532 ad opera del viceré de Toledo e delle prostitute…

Di: Vittorio Del Tufo giornalista de il Mattino

La torre del Beverello vine chiamata  «dellu Maluguadagno»

Era il 1532, erano gli anni di don Pedro. Il viceré de Toledo stabilì che nella riqualificazione urbanistica della città fosse data priorità alla ristrutturazione di Castel Nuovo.

C’era un problema, però: i soldi mancavano e bisognava ricorrere a nuove gabelle. Che fare? Dopo aver fatto ricostruirei torrioni del Molo, dell’Incoronata, di Santo Spirito e del parco, restava da risistemare la torre del Beverello.

 la torre del Beverello vine chiamata «dellu Maluguadagno».
Castel nuovo 1477

Il popolo era stato spremuto all’osso; l’unica categoria che sfuggiva ai gabellieri era quella delle prostitute, che a quell’epoca si riunivano al Largo Baracche. Il viceré impose pertanto un’esosa tassa sulla prostituzione:le donne che si accompagnavano ai soldati spagnoli dovevano cedere tre quarti del compenso pattuito.

Quel tesoretto venne utilizzato per ricostruire la torre che da allora i napoletani chiamano «dellu Maluguadagno».

Via Toledo: una vera opera d’arte, la conosci davvero?

«Nu juorno me jucaie palle e ppalluccie/Rint’a‘nuvecariello stritto e lungo/s’affaccia ‘a signurellaalupalazzo/chi hafatto‘o meglio sei ca saglie ‘ncoppa» (Nuova Compagnia di Canto Popolare, Tammurriata alli uno… alli uno).

 

CONSIGLIATI PER TE