Calcio Napoli e cultura Napoletana

La rivincita di Mertens: Il Napoli voleva Icardi invece ha trovato Dries

Bomber, la rivincita di Mertens . In estate il Napoli voleva Icardi, poi ha trovato con Dries Mertens il gioiello in attacco.

Di: Donato  Martucci Cdm

Il Napoli voleva Icardi

NAPOLI Il Napoli ha sognato per tutta l’estate Mauro Icardi e si è ritrovato un bomber da sogno: Dries Mertens. Da possibili compagni di squadra ad avversari per la classifica marcatori: un vero nove contro il cosiddetto “falso nove”, che ha dimostrato però la sua autenticità realizzando gol da attaccante puro. Due simboli delle due squadre che sono distanti anni luce in classifica (15 punti) e hanno obiettivi diversi.

L’argentino è a quota 24 in campionato, il belga a 22. Il sogno Maurito non è diventato realtà perché non c’era la volontà del calciatore di trasferirsi a Napoli. De Laurentiis ha fatto di tutto nella finestra di mercato estiva per prendere il giovane attaccante dell’Inter. Ha offerto una cifra monstre (quasi l’intera clausola di Higuain) e ha “corteggiato” la moglie-manager Wanda Nara che è stata poi abile a toccare le corde giuste della dirigenza interista per far rinnovare con tanto di aumento il contratto al marito. Insomma, un giochetto già visto ma alla fine il Napoli si è ritrovato senza il bomber d’area di rigore.

La rivincita di Mertens

La rivincita di Mertens. Il Napoli ha poi puntato su Milik che si è infortunato, ma ha trovato il bomber tascabile, quello che non tradisce e che finora ha realizzato ben 28 gol stagionali. Le sue giocate sembrano ora passate in secondo piano, mentre si guarda con eccessiva e morbosa curiosità alla sua vicenda personale con la moglie Kat che poco c’entra con la sua volontà di rinnovare o meno col Napoli.

La battaglia per il contratto di Mertens è ancora aperta, ma quella sul campo il belga l’ha già vinta e ora è proprio l’Inter che sta aspettando gli sviluppi della vicenda per inserirsi in un’eventuale trattativa. All’andata al San Paolo Mertens non c’era perché squalificato. Icardi sì, e come tutta l’Inter fu annichilito dal gioco di Sarri.

Mertens e Icardi ora si sfideranno sul campo, ma potrebbe trovare spazio un terzo incomodo: Arek Milik. Otto gol in stagione, un brutto infortunio e la voglia di spaccare il mondo. Icardi, invece, ha già scelto di sposare l’Inter per lungo tempo e chissà se anche lui avrà qualche rammarico. Sarebbe stato un vero nove e avrebbe lottato per la Champions, ora si ritrova a sognare solo l’Europa League. E Mertens se la ride.

 

CONSIGLIATI PER TE