Calcio Napoli e cultura Napoletana

Repubblica: Il Napoli offre tre immagini interessanti

Il Napoli offre tre immagini interessanti. La serena vittoria sul Chievo lo rimette bene nella volata Champions, terzo a due punti da una Roma costante.

Di: Antonio Corbo la Repubblica

Il Napoli offre tre immagini interessanti.

A Verona si rivede al microscopio il Napoli di Madrid. La serena vittoria sul Chievo lo rimette bene nella volata Champions, terzo a due punti da una Roma costante. Ma offre anche tre immagini interessanti.

Squadra integra: in Spagna ebbe solo un blocco psicologico. Non c’è traccia di crisi. Sono poi positivi gli effetti della polemica aperta dal presidente, la reazione è stata energica sul campo e plateale fuori, avendo Reina aggirato il silenzio stampa con un orgoglioso tweet dopo il 3-1. Sembrano infine appannati Ghoulam e Koulibaly: fiacchi come a Madrid. Evidenti gli scompensi per la missione in Africa.

Sarri può scegliere per la rivincita con il Real e lo sprint con la Roma fra tre soluzioni. Ha un bel trio di punte centrali: Mertens, Milik e Pavoletti. E Verona indica l’attuale gerarchia. Prevale il ricordo dell’attacco leggero con Mertens.

Il trio non è un problema ma una fortuna: dovrà Sarri gestirne al meglio la concorrenza. Mertens esalta meccanismi collaudati, Milik può fare altrettanto con la sua duttilità tattica e fisicità superiore. Pavoletti richiede invece correttivi nel modulo.

Insigne il migliore per disponibilità e inventiva

Non convince il Napoli nella prima mezz’ora, domina con Insigne accanto Pavoletti, ma senza sfondare. Insigne segna appena si stacca a sinistra. Inventa come a Madrid il gol che a Verona indirizza la partita.

La difesa merita molta attenzione. Ma l’analisi tecnica in questi giorni non prevale sul dibattito ancora aspro dopo le osservazioni del presidente su Sarri, legittime ma se espresse in privato. Né lo smorza il silenzio stampa imposto dallo stesso De Laurentiis. Chi provoca l’incendio non può ritirare anche gli estintori: le fiamme restano alte. E quel tweet di Reina dice tutto.

CONSIGLIATI PER TE