napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

Il Napoli duro con la Juve: «noi abituati a vincere solo con le nostre forze»

Caso arbitri il Napoli duro con la Juve. La società di De Laurentiis interviene via social e lancia un messaggio al palazzo: “Essere “azzurri” significa vincere facendo leva soltanto sulle proprie forze. Le nostre vittorie valgono oro…”. Languidamente, prosaicamente, nè aiutini dalla sorte, né da chiunque altro..

IL NAPOLI DURO CON LA JUVE DOPO IL CASO ARBITRI

La società di De Laurentiis interviene via social. Il Napoli duro con la Juve: “noi vinciamo senza aiutini“. Come riporta il corriere dello sport, il tweet del Napoli contro la Juventus ha fatto molto rumore, e non ci sono né teorie, né teoremi, né vittimismo: c’è semplicemente una serie di ragioni che riviste alla moviola – o se preferite al Var – dimostrano che già ad occhi aperti era stata percepita una verità divenuta poi inganno.

ESSERE “AZZURRI” SIGNIFICA VINCERE FACENDO LEVA SOLTANTO SULLE PROPRIE FORZE

Dopo san Siro, e anche dopo Firenze, con tutte le variabili psicologiche che hanno soffocato l’emozione di milioni di tifosi azzurri, il Napoli ha voluto affidare a Twitter il proprio messaggio: «Essere azzurri signi­fica vincere facendo leva soltanto sulle proprie forze. Le nostre vittorie valgono oro e sono la gioia dei tifosi napoletani che, nel mondo, soffrono, gioiscono per la loro squadra e possono dire con orgoglio».

Un cinguettio che resti, che s’avverta, che si legga pure, soprattutto, tra le righe, dove c’è scritto «essere azzurri signi­fica vincere facendo leva soltanto sulle proprie forze». Languidamente, prosaicamente, nè aiutini dalla sorte, né da chiunque altro, per sottolineare una «diversità».

MESSAGGIO AL PALAZZO

E verrebbe quasi il sospetto che fosse un messaggio al Palazzo, quello che Sarri aveva scelto come meta del proprio disegno calcistico-rivoluzionario: invece è tutto teneramente chiaro, è una sottile carezza alla propria gente ma anche una severa, caustica, abrasiva elaborazione d’una realtà scivolosamente disagevole, che accatasta fermimmagini in cui non è possibile perdersi nella dietrologia, perché a volte la realtà per essere riprodotta non ha bisogno della fantasia. E la sensazione, ora, nelle solitudine che il Napoli s’è ritagliato intorno al proprio silenzio, è un foglio bianco sul quale scrivere eventualmente, un giorno, ancora qualcosa ma «soltanto con le proprie forze».

The Mirror: Sarri al Chelsea. Il tecnico pronto a lasciare Napoli

CONSIGLIATI PER TE