Calcio Napoli e cultura Napoletana

CorrSport: Giuntoli vara la lista per il calciomercato del Napoli

Giuntoli vara la lista per il calciomercato del Napoli: Il progetto resta chiaro La società punterà sempre sui talenti: il gruppo è intoccabile.

Scrive il corriere dello sport

Un laterale basso, un uomo per il reparto offensivo e un rinforzo a centrocampo: Giuntoli vara la lista per il calciomercato del Napoli.

NAPOLI-Giuntoli vara la lista: perché quando aprirà il mercato, nel data-base di Castel Volturno, ci sia materiale a uso e consumo di un’Idea che resta, che vive, che ha un senso. La meglio gioventù, e sempre da lì che si riparte.

Il Progetto è nei fatti e resterà tale per concedersi il futuro: si cavalcherà l’onda verde, perché è questa la Filosofia del Napoli.  Ci sono ipotesi, guai pensare a trattative, e opzioni:

Giuntoli vara la lista per il calciomercato del Napoli

La lista per il calciomercato del Napoli

Il laterale basso è una esigenza o può diventarlo, e molto dipenderà da Ghoulam: la (ri)esplosione di Strinic è divenuto elemento confortante, le garanzie concesse da Hysai hanno semplicemente avvalorato la scelta, poi c’è Maggio (che ha 35 anni ma una serietà assoluta) e un interrogativo da sciogliere. Su Andrea Conti (23) dell’Atalanta si è avuto modo di sottolineare l’interesse ormai datato, che rimane, e anche sull’olandese Karsdorp (22 appena compiuti) c’è l’interesse che il rinnovo annunciato ieri con il Feyenoord non ha cancellato. Ma sia alle perlustrazioni e nell’elenco, pur senza incantare, resta Toljan (23 ad agosto) dell’Hoffenheim.

I trent’anni di Callejon e di Mertens non costituiscono un peso, ma un dato, e là davanti non è semplice scovare esterni che sappiano tenere altissimo il livello qualitativo. Rientra tra i parametri Iker Munain (25 a dicembre), entrato nei radar da sempre e costantemente monitorato, lui come Samu Castillejo (21) del Villarreal, ma anche come Bertrand Traoré dell’Ajax (22 a settembre) però di proprietà del Chelsea.

La tentazione è di non cambiare nulla, di continuare a far crescere gli Zielinski, i Diawara ed i Rog intorno ad Allan, Jorginho ed Hamsik, ed il campo, in questo senso, ha dato ampie prove della consistenza di ognuno.

C’è odore di conferma in blocco per chiunque, c’è la fiducia cieca in ognuno, c’è una consistenza ch’è stata accertata ma anche l’inevitabile dovere di dare un’occhiata intorno: un anno fa – ma non era ancora arrivato Rog – la telefonata di perlustrazione con il Real Madrid per avere Kovacic (23 a maggio) c’è stata; e poi da sempre a Giuntoli è andato a genio Youri Tielemans (20 a maggio), un altro che racchiude in sé un talento con cui arricchirsi.

CONSIGLIATI PER TE