napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

Fari e sediolini del San Paolo allo stadio di Scampia

I Fari e duemila sediolini del San Paolo sono arrivati allo stadio Landieri di Scampia in cui si allenano le giovani promesse che sognano la Serie A.

Nell’ambito dell’operazione di restyling dello stadio San Paolo, arriva la proposta che avuto grande risonanza sul web. I vecchi sediolini, in duemila esemplari, sono stati donati allo stadio di Scampia. Una sorta di regalo simbolico ai tifosi del napoli.

Il restayling del San Paolo

Proseguono senza sosta i lavori di restyling del San paolo in vista delle Universiadi, in programma nel luglio prossimo. Nel fornire un nuovo volto allo stadio di Fuorigrotta, arrivano i nuovi sediolini. La sostituzione dei sediolini vecchi è già iniziata, ma la novità è nel donare duemila esemplari allo stadio di Scampia. Sul punto, il Corriere del Mezzogiorno riporta la grande notizia.

I vecchi sediolini a Scampia

Come scrive il giornalista del CdM, Donato Martucci, un piccolo San Paolo è arrivato ieri a Scampia, precisamente allo stadio “Landieri”, l’impianto di Via Hugo Pratt, intitolato ad Antonio vittima innocente di camorra a 24 anni durante la prima faida di Scampia del 2004. Dunque, duemila sediolini del San Paolo sono arrivati ieri e sistemati all’interno dell’impianto, il cui terreno di gioco è stato realizzato grazie all’utilizzo della gomma proveniente dal riciclo di 77 mila chili di pneumatici (10.000 esemplari) abbandonati nella terra dei fuochi.

Un traguardo per i tifosi

E’ stata la stessa Agenzia regionale per l’Universiade, di intesa con la società bergamasca della Tipiesse (che si sta occupando anche di montare i nuovi nell’impianto di Fuorigrotta), a portare due camion con a bordo i vecchi sediolini del San Paolo, in modo da smaltirli alcuni prima della sfida di domenica con il Cagliari.

 

Sediolini nuovi al San Paolo. Partiti i lavori con undici giorni d’anticipo.

Un grande traguardo per lo stadio di Scampia che era già in possesso dei vecchi fari del San Paolo, anche essi sostituiti per far spazio a modelli più moderni in vista della cerimonia di apertura dei giochi universitari. La prossima settimana sarà la stessa ditta bergamasca a montare i sediolini all’impianto di Scampia e in seguito saranno installati anche i fari.

La proposta di Marigliano

L’idea di chiedere le sedute del San Paolo per il “Landieri” è stata di Nunzio Marigliano, cittadino molto attivo a Scampia che ha chiesto l’aiuto delle istituzioni per coronare il sogno di tutto il quartiere. La Municipalità 8 e l’amministrazione comunale si sono subito date da fare, così come la portavoce dei Cinquestelle in Regione, Maria Muscarà, si è attivata e ha dato la spinta finale affinché si riuscisse nell’intento di dotare il “Landieri” dei sediolini del club azzurro.

Lo stadio “Landieri”

Attualmente ci sono quattro società che utilizzano lo stadio di Scampia, tra queste l’Oratorio Don Guanella, l’Arci Scampia, la Gioventù Partenope e la Stella Rossa e l’esigenza di avere dei sediolini nuovi era sentita da tutto il quartiere per un campo che si trova al centro dei palazzoni e che è il fiore all’occhiello di Scampia. Oggi si allenano più di 600 ragazzi e sognano di calcare i campi della serie A, come hanno fatto Rolando Mandragora e Armando Izzo, arrivati anche in Nazionale e che sono nati a pochi metri dal campo di calcio. Intanto, anche allo stadio San Mauro di Casoria, dove si svolgeranno alcune partite di calcio per l’Universiade, procedono spediti i lavori di restyling.

 

CONSIGLIATI PER TE

Napolipiu.com rispetta la tua privacy. Noi e i nostri partner utilizziamo, sul nostro sito, tecnologie come i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traffico. Facendo clic di seguito si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetto Leggi di più