Calcio Napoli e cultura Napoletana

Cantone, pres. Anac: ”Malavita e calcio?Difficile evitare certi rapporti, il Napoli può fare ancora di più per tutelare i propri giocatori”

Il presidente dell'Anac, Raffaele Cantone è intevenuto a Radio Marte per parlare, di calcio, Napoli e malavita

Raffaele Cantone, presidente dell’Anac, ha parlato ai microfoni di Marte Sport Live nell’ambito della rubrica Toni di Colore, in onda su Radio Marte. Ecco quanto evidenziato da noi di Napolipiù:

“Sono stato contento del gioco espresso dal Napoli nella fase finale del campionato. Mi sarei aspettato qualcosa in più, qualche pareggio poteva essere evitato nell’ambito della stagione,ma m ritengo comunque soddisfatto. Per la prossima stagione credo sia un’ottima idea ripartire dalla squadra attuale e che confermare Sarri sia stata la scelta più intelligente”

Sulle foto di Reina con qualche esponenete della malavita:

”Credo sia molto difficile in questa città evitare questi rapporti. E’ capitato pure ad Hamsik in passato. Nelle foto c’era pure Callejon. Può capitare persino ad un napoletano di non capire chi siano in realtà certi interlocutori, figuriamoci gli stranieri. Parliamo di tre soggetti, quelli arrestati, che si presentano come imprenditori. La società conosce bene il tema e bisogna preservare i giocatori. La scelta di allenarsi a Castel Volturno va proprio in tal senso, forse si può fare un po’ di più. Un club importante evita che i propri tesserati abbiano questi contatti. De Laurentiis ha sempre evitato che i tesserati vadano ad inaugurare i club dei tifosi ed evidentemente certe logiche vanno lette nell’ottica di tutelare i giocatori”

Sulla maglia numero 10

”Maradona come calciatore è un mito e se si deve riportare la numero 10 ben venga un ragazzo di Napoli come Insigne”.

CONSIGLIATI PER TE