napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

Auguri Mertens. Ciro compie 31 anni. Campione sia in campo che fuori

Auguri Mertens. Ciro compie 31 anni. Dopo la partenza di Higuain e l’infortunio di Milik Sarri ha trasformato il belga in un formidabile bomber. De Laurentiis lo ha acquistato dal Psv nel 2013. Campione sia in campo che fuori: porta le pizze ai senzatetto

AUGURI MERTENS

Lo chiamano Ciro. Basta questo per spiegare il rapporto d’amore che si è creato tra Napoli e Dries Mertens. Oggi, Ciro compie 31 anni: gli pioveranno auguri ovunque, anche se il regalo sperava di farlo lui alla città. Uno scudetto che a Napoli manca dal 1990, quando Dries era un bambino. A Napoli, ci sono cani chiamati Dries in suo onore, di maglie con il numero 14 – che Mertens indossa in onore di Johann Cruijff – se ne vedono sempre di più. Perché Mertens è entrato nel cuore dei tifosi, per il suo rendimento in campo ma non solo.

PIZZE AI SENZATETTO

Un campione di solidarietà, ma silenzioso: qualche mese fa, quando era inverno e faceva freddo, si mise un cappellino per non farsi notare, comprò le pizze e le andò a distribuire in diverse zone della città, ai senzatetto. Dries ha aiutato loro e portato un pensiero anche negli ospedali, ai bambini meno fortunati.

SARRI HA TRASFORMATO IL BELGA IN UN FORMIDABILE BOMBER

In campo, invece, Mertens è stato la fortuna di Maurizio Sarri, ma anche Sarri è stato la fortuna di Mertens. C’era da sostituire Higuain, e a Napoli era arrivato Milik: nell’ottobre del 2016, però, con l’infortunio del polacco, Sarri si è trovato senza centravanti. E si è inventato il nove più falso che c’è: un piccoletto, che sguscia nelle difese avversarie, che ha dimostrato come si possano segnare gol a valanga anche senza essere giganti. Alla ne dello scorso anno furono addirittura 28: tanti, talmente tanti da far sembrare pochi quelli segnati in questo campionato. Aveva già piazzato una stagione da primato, Mertens, in Olanda, quando giocava nel Psv: si fermò a 21, nel 2011-12.

DE LAURENTIIS LO HA ACQUISTATO DAL PSV NEL 2013

A Napoli, è arrivato nell’estate del 2013, in tempo per vincere una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana. De Laurentiis, per prenderlo, spese dieci milioni, ma con gli anni il valore si è almeno quadruplicato. Aveva iniziato a giocare nell’Anderlecht e poi nel Gent, dopo aver dato i primi calci al pallone nel Leuven. Nel 2005 venne mandato in prestito all’Eendracht Aalst, in terza divisione. Un anno dopo, Mertens sconfinò: dal Belgio all’Olanda, per giocare nell’AGOVV Apeldoorn. Inizialmente in prestito, poi a titolo de nitivo, collezionando complessivamente 108 presenze e 30 gol, che gli fecero guadagnare prima una maglia nell’Utrecht, poi il definitivo salto di qualità nel Psv Eindhoven. Due anni nel club della Phillips, e 37 gol nella sola Eredivisie. Troppi, per rimanere in Olanda, e non attirare l’attenzione dei grandi club. Il Napoli è diventato grande con Mertens, Mertens è diventato grandissimo col Napoli. E anche la nazionale belga se lo gode.

Belgio. Mertens la risposta a Lukaku fa il giro del web e fa divertire i tifosi del Napoli

CONSIGLIATI PER TE