AudiCup,conferenza stampa – Sarri: “Giocheremo contro grandi club, sarà un test duro e importante”

Audi Cup – Napoli, Bayern Monaco, Liverpool e Atletico Madrid pronte a dare spettacolo in questo torneo


Audi Cup – Conferenza stampa pre gara, per i 4 allenatori di questo prestigioso torneo. Sarri, Ancelotti, Simeone e Klopp parlano dei match che affronteranno in questi due giorni per testare la preparazione delle rispettive squadre:

Ancelotti: “Sono test importanti, prima dell’inizio delle gare ufficiali, tra squadre forti e quindi per noi sono le due partite che dovremo affrontare in questo torneo importante“,

Simeone: Giocare contro il Napoli è molto importante per noi, forse sono un passo avanti, ma siamo contenti di essere qui, vogliamo far bene

Klopp: “Siamo qui da lunedì scorso, abbiamo giocato a Berlino, fatto tante partite di preparazione iniziando presto la stagione. E’ molto importante questo torneo, dobbiamo fare una buona prestazione domani”.

Per Sarri, nessuna italiana ha vinto finora l’Audi Cup, pensa di potercela fare?

Per noi è difficile visto il livello delle squadre che partecipano. Abbiamo la problematica del preliminare, lì possiamo trovare squadre più avanti di noi nella preparazione. Sarà difficile fare risultato, ma sarà un’esperienza importante per noi”

Per Ancelotti, metterà in campo la prima squadra?

“E’ l’ultimo test prima della Supercoppa. Abbiamo tutti a disposizione, alcuni giocheranno una parte della seconda. Boateng-Ribery? S’è allenato ieri, viene da un problema della scorsa stagione, Ribery si allenerà oggi”,

Per Simeone sul mercato: “Vogliamo essere tra le migliori d’Europa, anche come società, concentriamoci sulla Liga e non sugli arrivi a gennaio”.

Per Sarri, ritiene questo invito all’Audi Cup un riconoscimento ai suoi due anni di lavoro? E’ calcio d’agosto o già calcio vero?

Spero di sì per quanto fatto dal Napoli, questa squadra è in crescita. Le squadre vengono da un periodo duro di lavoro, non saranno nella loro massima espressione e poi giocare col caldo che si prevede domani non aiuterà il ritmo e siamo di fronte ancora ad un calcio estivo”.

Per Sarri, che effetto le fa essere tra tra questi suoi colleghi

“Mi sento quasi un intruso, loro hanno vinto tanto. Affrontiamo questo torneo con due gare in poco tempo, utilizzeremo tutti i giocatori ma credo lo faranno tutti, nessuno può fare 180 minuti  in questa fase della stagione. Dovremo dosare le due formazioni per proporle omogenee”.

Klopp sulla rivalità col Bayern:

“Sono sempre venuto qui con gioia. Ricordo la sfida ai rigori. Abbiamo giocato a Berlino, mi sento sempre bene a Monaco, non significa niente col Dortmund. Ci saranno 4 squadre straordinarie se vediamo il calcio giocato negli ultimi anni. Come diceva Maurizio la sfida sarà proporre due squadre nei due giorni, alcuni dovranno giocarle entrambe. Liverpool vincerà il campionato? Non iniziamo con l’obiettivo del campionato, ci sono tante squadre forti, ma noi abbiamo una buona squadra e con meno sfortuna riusciremo magari a fare meglio dell’anno scorso col secondo o il terzo posto. Preliminare di Champions? “Abbiamo ancora tempo, abbiamo anche la Premier, tutte le gare sono importanti. Se riusciamo a far bene col Bayern sarà una buona preparazione”.

Per Simeone, Diego Costa le interessa e quanto è complicato il suo arrivo?

“Non è un nostro giocatore, ma del Chelsea, noi parliamo solo dei giocatori che sono nostri. Siamo tranquilli qui a Monaco, pensiamo ad affrontare il Napoli che ha una squadra fantastica, gioca molto bene, in difesa e tra le linee, è importante avere questa possibilità”.

Per Klopp sulle ultime amichevole:Con tutto il rispetto delle squadre che abbiamo affrontato, questo torneo ci propone un altro livello di sfida”.

Per Sarriavete scelto la continuità, con gruppi consolidati, ci può essere varco per squadre come l’Atletico o il Napoli che hanno gruppi molto forti?

“Abbiamo costruito questo gruppo in due anni, cresce a livello di mentalità, la scelta di tutte le componenti societarie era di andare avanti con questo gruppo. Era anche difficile inserirsi in un mercato attuale per una realtà come la nostra perchè si sentono operazioni a livello economico impressionanti. Speriamo nella continuità, che può salire ulteriormente vista l’età media della nostra squadra. Ci proviamo”.

CONSIGLIATI PER TE