Calcio Napoli e cultura Napoletana

Allegri: ”A maggio nessuno si ricorderà che abbiamo giocato male a Napoli, comunque la partita più importante è quella di mercoledì”

Massimiliano Allegri, si fa scivolare addosso e critiche, per il pessimo gioco di questa sera e commenta il pareggio contro il Napoli e ai microfoni di Sky Sport, annuncia che la partita più importante è quella di mercoledì di Coppa Italia:

“La Roma è in grado di vincere tutte le gare e può arrivare a 92, in questa ottica il pareggio di questa sera è molto importante. Il nostro atteggiamento è stato di adattarci alla partita, siamo partiti bene poi dopo il vantaggio abbiamo subito qualcosa. Ci sono stati alcuni cross ed un tiro di Insigne pericolosi, ma in generale la gara è stata bloccata. Quando non riesci a fare certe cose non puoi esporti troppo, lasciare spazio al Napoli non è una buona idea. Loro hanno fatto una bella gara e bisogna fargli i complimenti, ma alla fine quello che conta è il risultato. Non siamo stati abbastanza lucidi nelle ripartenza, ma era nelle previsioni perché c’erano situazioni nuove come Lemina da esterno, Pjanic che giocava alto.

Il Napoli gioca come il Barcellona, le difficoltà incontrate stasera preoccupano?

”Non so cosa pensi Luis Enrique, quello che so che è sarà una bella gara ed è importante per la Juve arrivare sempre a giocare queste gare. Questa tra le due era per noi la meno importante, perché mercoledì ci giochiamo l’accesso alla finale di Coppa Italia. Non potevo rischiare certi giocatori per questa gara, avrei compromesso tutte le gare che ci restano ancora da giocare.A volte bisogna trovare delle soluzioni per portare a casa il risultato, anche sacrificando qualcosa sul piano del gioco. Una grande squadre deve anche saper soffrire, bisogna aver l’umiltà. A maggio bisogna arrivare primi e nessuno si ricorderà che a Napoli abbiamo giocato male”.

Su Higuain

“Credo abbia fatto una buona partita, chiaro che arrivare a Napoli ed avere tutto lo stadio contro non era semplice per lui che è un ragazzo sensibile. Penso, nonostante tutto abbia fatto una buona gara”.

Sulla goal di Hamsik

“Sul loro goal Mertens ha fatto una bellissima giocata, ha fatto finta di tirare ed ha messo la palla dentro, fregando la difesa. Su quelle cose bisogna sempre lavorarci, forse già sul primo pallone giocato da Jorginho in avvio dell’azione bisogna rimanere fermi sull’uomo. Il Napoli muove apposta la palla per poi cercare la profondità”.

CONSIGLIATI PER TE